5 cose da sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi

Nel 2017 l’idea per cui l’allenamento con pesi ti faccia diventare una specie di Hulk in gonnella, è ormai obsoleta come poche. Sono infatti tantissime le donne che intendono approcciarsi all’allenamento con pesi.

Se anche tu sei tra loro, ecco le 5 cose che devi sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi.

Non vedrai i risultati che tanto speri di ottenere se non mangi in maniera corretta. L’idea che gli “addominali” si costruiscano in cucina non è sbagliata è andrebbe trasferita a tutti gli altri muscoli del corpo. Un’alimentazione pulita e corretta dovrebbe essere alla base di ogni allenamento. Non cadere nel tranello del mangiare poco per raggiungere prima i risultati ed evita i cibi estremamente lavorati e confezionati. Inizierai a vedere già dopo poche settimane qualche risultato.

Tieni traccia di tutto ciò che fai. Tradotto: tieni traccia di quanto peso alzi in maniera tale da controllare che i progressi siano costanti. Utilizza un diario o banalmente una qualsiasi applicazione ad ogni singola sessione. Inoltre questo piccolo trucchetto, servirà a tenere alta la motivazione.

Non vergognarti di chiedere a qualcuno di farti una foto. Se non ti alleni davanti ad uno specchio non puoi controllare la forma. Per ovviare al problema, nel caso il posto in cui ti alleni non dovesse essere dotato di specchi, trova qualcuno disposto a farti una foto. Riuscirai ad apportare dei miglioramenti alla forma e conseguire i risultati per cui tanto lavori.

Avrai ancora bisogno di fare cardio. Già vediamo il tuo umore modificarsi, purtroppo è la dura verità. Cerca di apportare variazioni alle tue routine di allenamento , così ti sarà meno pesante affrontare le sessioni dedicate al cardio.

Puoi alzare carichi più pensati di quello che credi. Le donne, al contrario di quello che si può pensare, hanno una grande capacità di alzare carichi pesanti, se performano gli esercizi in forma corretta canalizzando la forza nella giusta direzione.

A tavola con amici: cheesecake al caramello e arachidi

La domenica la si dedica agli amici. Che sia brunch, pranzo o anche cena, con questa ricetta farai un figurone. Dalla fitness kitchen di Irene, la ricetta della cheesecake al caramello e arachidi. Prendere appunti e d’obbligo!

Macros 353 kcal 55c 27p 4f

Ingredienti cheesecake al caramello e arachidi
  • 150 ml di albumi (100+50)
  • 100 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 1 banana (120 gr circa)
  • 2 tavolette di cereali weetabix
  • 5 gr di arachidi
  • 1 cucchiaino di sciroppo al caramello senza zucchero

Come procedere

  • Preriscaldare il forno a 180° e rivestire una piccola teglia (16/18 cm di diametro) con della carta da forno.
  • Sbriciolare le due tavolette di cereali, mescolare bene con i 50 ml di albumi e disporli sul fondo della teglia compattando bene con le mani o un cucchiaio.
  • Montare a neve i restanti albumi, schiacciare bene la banana con una forchetta, aggiungere lo yogurt e passare un paio di minuti con le fruste elettriche.
  • Unire i composti senza smontare gli albumi e versare sopra la base di cereali. Infornare per 40/45 minuti finché è asciutto e dorato.
  • Gonfierà tantissimo, ma appena uscito dal forno prenderà un bell’aspetto…
  • Versare sopra lo sciroppo al caramello e le arachidi

Dove mastercard rimedi disfunzione erettile salute nuovi alla viagra delle prezzo

Dove mastercard rimedi disfunzione erettile salute nuovi alla viagra delle prezzo

cialis bruciore di stomaco

Spedizione veloce degli farmaci dalla farmacia online per gli uomini cialis senza ricetta postepay mastercard e altri.

Cialis è consumato da milioni di uomini che hanno una vita sessuale attiva. È molto facile da assumere, e l’uomo non deve limitarsi alcol o pasti. Una pillola è sufficiente per avere l’erezione per 36 ore. Puoi comprare Cialis online a buon mercato qui.

Amiloidosi hATTR, una terapia sperimentale la rallenta

Buoni risultati da Patisiran

Varie_14159.jpg

Presto, per le circa 50.000 persone in tutto il mondo affette da amiloidosi ereditaria da accumulo di transtiretina (hATTR), potrebbe aprirsi un nuovo scenario.
Una terapia sperimentale, il Patisiran, ha infatti superato tutti gli endpoint primari e secondari in uno studio di fase III, e si avvia verso la commercializzazione. Il farmaco, prodotto in collaborazione dalle aziende Alnylam e Sanofi Genzyme, si basa sulla tecnica dell’RNA interference (RNAi) ed è stato valutato nel trial APOLLO, il più grande studio randomizzato mai completato per questa malattia

Come proteggere i capelli ed evitare che si spezzino durante l’allenamento

I capelli sono una nota dolente per chi si allena. Che siano lunghi, ricci, lisci, a caschetto, colorati, sono sempre difficilissimi da gestire. Quante volte ti è capitato di allenarti non avere nessunissima voglia di lavarli? Inseriscici pure nel club.

Considerazioni sarcastiche a parte, i capelli sono una potentissima arma di bellezza per noi donne, ed è per questo che dovremmo averne particolare cura soprattutto quando li stressiamo parecchio, come succede per chi si allena frequentemente.

Come proteggere i capelli durante l’allenamento ed evitare che si spezzino

Trattali bene quotidianamente. Ogni giorno i tuoi capelli subiscono almeno una delle seguenti azioni: strofinamento da asciugamano, legatura con elastici troppo stretti, raccoglimento in chignon prima di andare a dormire. Esegui queste azioni con molta naturalezza. Bene sappi che quanto più i tuoi capelli subiscono frizioni di questo tipo, tanto più si indeboliscono e facilmente soggetti a nodi e quindi a spezzarsi. Cerca quindi di trattarli come tratteresti l’ultimo capo di athleisure che hai appena comprato, con molta cura,

Cerca di essere ancora più delicata quando i capelli sono bagnati. In queste condizione, infatti i tuoi capelli, sono il 30% più predisposti alla rottura. Invece quindi di strofinarli come se stessi liberandoti dai pidocchi, tamponali delicatamente e poi cerca di scogliere i nodi con una spazzola dedicata ai capelli bagnati, ovvero con denti flessibili.

Idratazione è la parola d’ordine dopo l’allenamento, anche per quanto riguarda i capelli. Se sei solita saltare il lavaggio dei capelli dopo l’allenamento, sappi che la combinazione del sale prendete nel sudore e il calore dell’asciugacapelli, disidrata notevolmente i tuoi capelli.

Cambia continuamente la tua pettinatura di “salvataggio”. Le lunghezze si spezzano più facilmente, quindi portare ogni giorno la coda, piuttosto che lo chignon può seriamente danneggiare i capelli. Cerca di cambiare spesso pettinatura: prova un giorno la coda alta, uno quella bassa, un altro ancora una treccia. Inoltre per prevenire la rottura causata dagli elastici, cerca di usare elastici doppi che sono più gentili sui tuoi capelli e generano meno tensione.

Anche i capelli meritano di dormire bene. Questo è probabilmente il trucchetto più noto: utilizzare un copri cuscino di seta. E se proprio non riesci a far a meno di legarti i capelli prima di andare a letto, cerca di tenere lo chignon piuttosto largo.

Goditi i benefici dei cibi che scegli

Non siamo tutti uguali. Ed è ormai noto che neppure dal punto di vista del cibo siamo uguali: infatti, alcuni individui necessitano di certi nutrienti in maniera differente da altri, per esempio le donne rispetto agli uomini, i cardiopatici rispetto ai diabetici, eccetera. L’alimentazione “casuale” che normalmente pratichiamo può provocare, in organismi predisposti, disturbi come il mal di testa o la rinite ma anche malattie gravi, soprattutto in persone che hanno varianti di DNA chiamate polimorfismi che non permettono un normale metabolismo dei principi contenuti negli alimenti.

BASTA SAPERLO!

E’ stato calcolato che tra due esseri umani vi è un’identità genetica di circa il 99,9% ma e’ nello 0,1% di differenza determinata dai polimorfismi che risiede l’identità di una persona, le sue caratteristiche fisiche, estetiche, il colore della sua pelle, la sua statura, ma anche la sua predisposizione alle malattie. Il grado con cui la dieta influenza il bilancio tra salute e malattia può quindi dipendere dal “make up” genetico del singolo individuo.

UN ELISIR DI LUNGA VITA DISPONIBILE OGNI GIORNO. 

Considerando il cibo come il nostro carburante e paragonando il nostro organismo al motore di una bella auto (noi stessi!), ogni giorno decidiamo la qualità del carburante che usare nella nostra auto. Attualmente accade che, non correlando la nostra alimentazione al nostro genoma, è come se mettessimo del gasolio in un serbatoio di benzina e viceversa. Mangiare antiaging invece permette di “tagliare su misura” la dieta di ogni singolo individuo legandola direttamente al DNA e sfruttando al meglio le potenzialità dei cibi.

UN NUOVO MODO DI MANGIARE

Un intervento dietetico basato sulla conoscenza delle esigenze nutrizionali e del genotipo dei singoli individui, cioè una nutrizione personalizzata, rappresenta un nuovo e rivoluzionario modo per prevenire, mitigare e curare le patologie croniche tipiche dell’invecchiamento, quelle malattie che di fatto in occidente rappresentano il 90% delle cause di morbilità. Grazie ad alcuni test è possibile disegnare la carta di identità genomica di una persona e, sulla base dei suoi piccoli difetti, contrastare gli effetti di alcuni polimorfismi sfavorevoli, vestendogli addosso, come fa un sarto, una dieta su misura che tiene conto anche del metabolismo individuale e delle intolleranze alimentari.

First Base: anima sportiva e rispetto per l’ambiente

Vivere e lavorare a Bondi Beach, Sydney, Australia, nel 2013 ha permesso alla designer Alison Cotton di creare qualcosa che entrasse sotto la pelle, eliminando il superfluo e le permettesse di arrivare al fulcro delle cose.

Alison Cotton – fondatrice First Base

L’idea era quella di tradurre il suo amore per il surf e la cultura sportiva, sviluppando un’idea pulita, semplice e iconica. Proprio come Bondi Beach.

Dal reggiseno sportivo ai leggings, l’idea era quella di creare qualcosa che potesse andare bene per qualsiasi occasione: First Base ti accompagna durante il corso di tutta la giornata, dall’allenamento al brunch. Per la donna che ama e ha la forza per combattere. Un’avventuriera, quella che incontri una volta e non dimentichi più.

A differenza di molti altri brand First Base ha molto a cuore il tema della trasparenza. Supportare la produzione etica vuol dire assicurarsi che tutte le fabbriche che producono i prodotti First Base siano compatibili con le linee guida WRAP (ovvero produzione responsabile globale accreditata)

First Base: anima sportiva e rispetto per l’ambiente

Con l’hashtag #itscooltobekind First Base intende sottolineare il suo impegno verso l’ambiente, supportando la produzione sostenibile cercando di implementare costantemente nuove pratiche aziendali per ridurre i costi e l’impatto sull’ambiente.

I prodotti First Base sono realizzati con con cotone organico al 100% e controllati e certificati dal GOTS (Global ORganic TExtile Standard) e dal Control Union Ceretifications.

Il cotone organico utilizzato non solo permette di utilizzare meno acqua nel processo di crescita, ma elimina gli agenti inquinanti e le tossine, associate al cotone standard, un beneficio a cui First Base da molto valore per la salvaguardia dell’ambiente.

I prodotti dedicati all’allenamento sono inoltre ricavati per il 78% da fibre riciclate. Quindi oltre a darti un tocco di stile in più e supportarti nei tuoi allenamenti, non produce danni all’ambiente. Inoltre, con il supporto di Carbon  Neutral Australia, First Base ha ideato il programma Pianta un Albero.

Molto meglio farlo di mattina

Il nostro organismo risponde a ritmi metabolici e circadiani. Proprio per questo motivo dormiamo di notte e restiamo svegli di giorno, mangiamo durante il giorno ed a volte di notte, anche se meriterebbe evitare di farlo. Ma non finisce qui: per generare armonia, energia e benessere metti in moto il tuo organismo di mattina e rilassati di sera.

UN CONSIGLIO

Appena ti svegli fai 15 minuti di stretching anche restando a letto. Se puoi, sarebbe meglio fare attività fisica al mattino.
Se invece proprio non riesci ad organizzarti, alla sera evita sport di potenza (corsa, pesi, eccetera) e preferisci nuoto, yoga, oppure una passeggiata dopo cena.

Convalidano cialis tutti ha pastiglie senza ricetta cialis salute non

Convalidano cialis tutti ha pastiglie senza ricetta cialis salute non

cialis bruciore di stomaco

Cialis è molto facile da usare ed sicuro. Ma l’erezione durerà solo durante sesso, con la stimolazione naturale. Al solito lo farmaco ha l’effetto dopo 20-30 minuti, che dura per 36 ore.

Prima dell’uso leggitutte le istruzioni. Ci siano effetti correllati, tra cui mal di testa e chiarezza di visione.

I nostri farmaci generici sono equivalenti ai farmaci originali, ma costano meno!