Incontinenza e cistiti, dieta e laser le soluzioni


Efficacia della metodica MonnaLisa Touch

Menopausa_5125.jpg

A cinque anni dal lancio del trattamento MonnaLisa Touch, il laser che cura i disturbi legati alla menopausa e alla sessualità femminile, si conferma l’efficacia della metodica nel risolvere le problematiche legate all’incontinenza urinaria di grado lieve e alle cistiti.
“La sindrome genito-urinaria della menopausa (GSM), in precedenza chiamata atrofia vulvovaginale, si manifesta con cambiamenti morfologici della mucosa vaginale (assottigliamento dell’epitelio, perdita delle pieghe vaginali e riduzione del flusso sanguigno e delle secrezioni vaginali, condizioni che alterano la flora batterica vaginale) e dell’apparato urinario”, spiega il dottor Maurizio Filippini, Responsabile del Modulo Funzionale di Endoscopia Ginecologia dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino. “Durante il processo di sperimentazione del trattamento laser MonnaLisa Touch, non era stata presa …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cistite, Monnalisa, ormoni,

5 bufale su sesso e gravidanza


Luoghi comuni duri a morire ma pericolosi per la salute

Sessualita_14233.jpg

Quando si parla di sesso il mistero si fa fitto, nonostante corra ormai l’anno di grazia 2018. Sono tanti i luoghi comuni che accompagnano la più antica delle pratiche umane. Ecco un piccolo elenco secondo gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità:

1) La masturbazione fa diventare ciechi
Ovviamente non esistono prove scientifiche che confermino questa preoccupante affermazione. Tutto sembra nascere nel 1712, quando un editore inglese dà alle stampe un opuscolo molto critico sull’odiosa pratica intitolandolo Onania. Nell’opuscolo la masturbazione viene definita “peccato atroce di autoinquinamento”, frase che suona male qualsiasi cosa volesse intendere. Segue una serie infinita di sintomi associati alla masturbazione, fra cui appunto la cecità. L’autore del libretto aveva però la soluzione, un intruglio da lui ideato per frenare i bollenti spiriti. Pura questione di marketing …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sesso, gravidanza, sterilità, masturbazione,

Dieta vegetariana, come soddisfare i bisogni nutrizionali


Si può rinunciare alla carne, ma con le dovute accortezze

Diete_3554.jpg

I vegetariani in Italia sono giunti al 7% della popolazione, mentre i vegani si attestano allo 0,9%. Sono i dati emersi dal rapporto Eurispes 2018, che confermano una tendenza in atto da anni.
La definizione di dieta vegetariana può comprendere differenti regimi alimentari: c’è chi non mangia carne bianca o rossa, o consuma solo pesce, uova e/o latte e derivati, nessun alimento di origine animale mai (e in questo caso si parla di dieta vegana), o una volta ogni tanto, e altri ancora.
Per sapere però se l’alimentazione che seguiamo è salutare occorre che i nutrienti contenuti negli alimenti soddisfino fabbisogni nutrizionali. In molti casi le diete particolarmente restrittive di alimenti di origine animale portano a carenze nutritive di importanti nutrienti quali proteine, vitamina B12 e ferro.
Per questo gli esperti dell’Osservatorio Grana Padano (OGP) hanno indagato sulle …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dieta, vegetariana, carne, nutrienti,

La crononutrizione, sapere quando mangiare è fondamentale


Le tempistiche influenzano la risposta del metabolismo

Diete_14229.jpg

Forse il problema non è “quanto” ma “quando”. Parliamo del mangiare e della nostra continua lotta contro l’aumento di peso. Mangiare un bel piatto di pasta a pranzo ha effetti diversi rispetto al consumo della stessa identica portata a cena.
Ciò che cambia è infatti la risposta del nostro metabolismo, che sembra prediligere un apporto maggiore di nutrienti durante la prima fase della giornata.
È il principio alla base della crononutrizione, regime alimentare che sottolinea l’esigenza di sincronizzare i pasti con il proprio orologio interno.
Su Diabetic Medicine è stata recentemente pubblicata un’analisi incentrata su soggetti colpiti da diabete di tipo 2. Quelli che facevano colazione tardi mostravano maggiori possibilità di avere un indice di massa corporea più elevato rispetto a chi ha invece l’abitudine di far colazione al mattino presto. Tutto ciò a parità di calorie assunte, …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dieta, crononutrizione, peso,

I linfociti T sconfiggono il cancro al seno


Nuova prospettiva di cura per i tumori resistenti

Tumore mammario_5351.jpg

C’è una speranza anche per le donne affette da tumori del seno che sembrano resistere a ogni terapia. Un team del National Institutes of Health di Bethesda ha sperimentato su una paziente l’efficacia di un approccio che prevede l’impiego di cellule immunitarie della paziente stessa per aggredire il tumore in stadio avanzato e con metastasi.
I risultati sono stati incoraggianti, dal momento che i linfociti T della donna hanno eliminato del tutto sia il tumore originario sia le metastasi prodotte nel frattempo.
Lo studio è stato pubblicato su Nature Medicine e sembra presagire una vera e propria rivoluzione nelle terapie, anche perché la donna è libera dalla malattia già da 2 anni. È a tutti gli effetti il primo caso di successo dell’immunoterapia a cellule T per il cancro del seno in fase avanzata.
L’immunoterapia è una delle novità più interessanti nella lotta al cancro, anche per …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | linfociti, cancro, seno,

Malattia intestinale, anti-Tnf per evitare il Parkinson


I farmaci riducono il rischio della malattia in questa classe di pazienti

Parkinson_5877.jpg

I pazienti affetti da malattia infiammatoria intestinale (IBD) mostrano maggiori probabilità di sviluppare il Parkinson rispetto alla media. Per ridurre questo rischio sembra efficace una terapia a base di farmaci anti fattore di necrosi tumorale (anti-TNF).
A sottolinearlo sono alcuni ricercatori della Icahn School of Medicine at Mount Sinai guidati da Inga Peter, che spiega: «Nonostante i consolidati legami genetici e fisiopatologici tra malattia infiammatoria intestinale e malattia di Parkinson, i dati clinici a sostegno di questa associazione rimangono scarsi. Inoltre, anche se l’infiammazione sistemica è considerata potenzialmente un meccanismo biologico condiviso tra le due malattie, il ruolo di una riduzione di tale infiammazione attraverso la terapia anti-TNF nel rischio di Parkinson è in gran parte sconosciuto».
Il campione oggetto di analisi era costituito da oltre 144mila …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Parkinson, farmaci, intestinale,

Tumori, l’efficacia dell’adroterapia


Studio internazionale analizza i risultati del trattamento

Parte dalla Francia uno studio scientifico internazionale che ha l’obiettivo di misurare l’efficacia dell’adroterapia con ioni carbonio rispetto alla radioterapia con fotoni e protoni.
Ad oggi in Francia è in corso l’arruolamento di pazienti colpiti da tumori particolarmente aggressivi e resistenti alla radioterapia ai raggi X come per esempio i carcinomi adenoido-cistici che colpiscono i tessuti della bocca e le ghiandole salivari, i sarcomi dei tessuti molli, i sarcomi ossei e i condrosarcomi.
L’unico centro italiano coinvolto nel protocollo è il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica di Pavia (CNAO), unica struttura in Italia in grado di trattare i tumori con ioni carbonio; in Francia sarà seguito dall’Ospedale di Lione, coordinatore dello studio, in Germania all’Heidelberg Ion-Beam Therapy Center.
L’adroterapia con ioni carbonio, tecnica oncologica avanzata che consiste …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | adroterapia, tumori, cancro,

Vaccini per l’Hpv sicuri ed efficaci


Revisione di studi evidenzia l’efficacia del trattamento

Una revisione della Cochrane Library è giunta alla conclusione che i vaccini contro il papillomavirus umano (Hpv) funzionano e sono sicuri, soprattutto per le giovani donne fra i 15 e i 26 anni.
Il coordinatore della ricerca, Marc Arbyn del Belgian Cancer Centre, ha analizzato 26 studi internazionali per un totale di oltre 73mila donne. Nella maggior parte dei casi, le donne avevano meno di 26 anni.
La revisione si è concentrata su due tipi di vaccini, il bivalente contro HPV16-18 e il quadrivalente contro HPV16-18 più due tipi di HPV a basso rischio che causano verruche genitali.
«Il nuovo nonavalente non è stato incluso per carenza di studi randomizzati controllati con placebo», spiegano gli autori, che hanno esaminato due gruppi di persone: donne libere da HPV, ma ad alto rischio al momento del vaccino e donne vaccinate indipendentemente dallo stato HPV al momento …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | vaccini, hpv, immunizzazione,

Emicizumab per l’emofilia A


Meno sanguinamenti grazie al farmaco

Varie_13917.jpg

Sono promettenti i nuovi risultati presentati da Roche e riguardanti gli effetti del farmaco emicizumab per il trattamento dei pazienti affetti da emofilia A senza inibitori del fattore VIII.
I dati degli studi HAVEN 3 e HAVEN 4 sono stati presentati al congresso internazionale della World Federation of Hemophilia (WFH) 2018 a Glasgow, in Scozia.
“La riduzione statisticamente significativa dei sanguinamenti trattati, emersa nel confronto intra-paziente dello studio HAVEN 3, dimostra come emicizumab sia il primo farmaco ad aver evidenziato un’efficacia superiore alla precedente profilassi con il fattore VIII, attualmente considerato standard di terapia – ha dichiarato il Prof. Giancarlo Castaman, direttore del Centro Malattie Emorragiche e della Coagulazione, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze -. Nonostante i progressi significativi apportati dall’uso regolare della …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | emofilia, sangue, plasma,

Lichen scleroatrofico, chirurgia in day hospital


I trattamenti per una malattia poco conosciuta

Varie_14222.jpg

Ancora sottostimata e confusa dagli stessi clinici con infezioni cutanee e micosi dei genitali, il lichen scleroatrofico è considerata una malattia rara con un’incidenza fra l’1 e il 2% della popolazione.
In occasione del 39° Congresso della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME), il Professor Giovanni Alei, Benemerito di Urologia alla Iª Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e Presidente della Società Italiana Chirurgia Genitale Maschile (SICGEM), ha illustrato le diverse strade mediche o chirurgiche a seconda dello stadio della malattia.
Per gli stadi iniziali del lichen, da oltre 35 anni, il Professor Alei ha introdotto la terapia medica a base di creme cortisoniche con l’aggiunta di testosterone. “Finora questo approccio – osserva il docente de “La Sapienza” – ha prodotto ottimi risultati: nei pazienti che applicano la crema ogni …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | lichen, pelle, scleroatrofico,