Anguria Gialla, strana ma sana. Ecco perché provarla

Di quest’estate rovente, molti di noi ricorderanno senza dubbio il sollievo nell’addentare una fetta gelata d’anguria dalla polpa rossa, dolce e succosa. Tuttavia, a molti di noi è capitato di sentirsi smarriti (a noi è capitato!) di fronte alla sorpresa di ritrovarsi con una fetta di anguria gialla, anziché rossa, comprata di corsa al supermercato per rinfrescare una pausa di lavoro. Infatti, a uno sguardo veloce, la buccia dell’anguria gialla è abbastanza simile, ma non uguale, a quella dell’anguria. La sorpresa, invece, arriva quando la si taglia: dopo il primo attimo di diffidenza e dopo aver pensato “sarà da buttare”, per istinto l’abbiamo annusata, poi assaggiata con circospezione e, solo dopo aver scoperto che, seppur gialla, la polpa è dolce, succosa e leggermente croccante, dal sapore un po’ diverso dall’anguria rossa che ad alcuni ricorda il fico d’india, ne abbiamo voluto sapere di più.

Ecco perché provarla

·      è conosciuta come cocomero-ananas o cocomero giapponese

·      è un innesto botanico non OMG ottenuto dai giapponesi in modo naturale

·      è prodotta in Italia principalmente in Basilicata, Sicilia, Lazio

·    è ricca di vitamina A e betacarotene, come tutti i vegetali di colore giallo (incluso il peperone e le albicocche), mentre quella a polpa rossa è più ricca di licopene, come i pomodori

Come l’anguria rossa, quella a polpa gialla ha:

·      la stessa quantità di acqua di quella a polpa rossa (circa il 95%) e per questo è perfetta in estate

·      proprietà dissetanti, depurative e drenanti come l’anguria rossa

Come usarla?

Esattamente come quella rossa, dalla colazione alla merenda, al dopo cena, ma anche per preparare insalate, ghiaccioli e succhi, proprio come l’anguria rossa.

Trova mal di oancia rimedi qui…


3 snack da tenere a mente per combattere la fame pre ciclo

Sappiamo tutte che prima di “quei giorni”, la fame s’impossessa di noi. Il nostro stomaco diventa un pozzo senza fondo e fare scelte sane diventa la nostra personalissima mission impossible. L’oggetto del desiderio sono in particolare dolci e carboidrati, che se mangiati in quantità elevate possono mandare in malora tutto lo sforzo fatto in palestra Essendo tutte sulla stessa barca abbiamo pensato di fare una piccola ricerca sulle alternative più healthy.

Ecco quindi 3 snack da tenere a mente per combattere la fame pre ciclo e soddisfare la voglia di salato o dolce.

Patate dolci al forno speziate con Salsa Summer

Per porzione hanno circa 155 calorie e sono ricche di vitamina A. Perfette per soddisfare la tua voglia di carboidrati.

  • 2 patate dolci grandi tagliate
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • 1 cucchiaio di polvere chili
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • 2 Spicchi d’aglio
  • 1/4 di cucchiaino di peperoncino cayenna

Salsa Summer

  • 1/2 tazza di yogurt greco senza grassi
  • 2 cucchiai di peperoncino tagliato
  • 1 cucchiaio di spremuta di lime

Come procedere

  • Preriscalda il forno a 220°
  • Rigira le patate in olio di oliva, cumino, polvere chili, aglio e peperoncino cayenna. Assicurati che le patate siano ben ricoperte.
  • Arrostiscile per 30 minuti, girandole una volta
  • Servi la Salsa Summer a parte in un piccolo vasetto.
  • Conservale in frigo per i momenti in cui le voglie ti assalgono!
Edamame croccanti


Ricchi di fibre, sono spesso consigliate come snack post allenamento. Aggiungi un tocco di croccantezza in più con questa preparazione

  • 2 tazze di edamame surgelati
  • 2 cucchiaini di olio di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo neri.

Come procedere

  • Preriscalda il forno a 220° gradi
  • Rigira gli edamame nell’olio di oliva con un pizzico di sale.
  • Porta gli edamame in forno per 12-15 minuti
  • Una volta tolti dal forno, cospargili di semi di sesamo nero.
  • Rimettili in forno, per altri 5 minuti di cottura.
Ceci arrostiti al miele e cannella

La ricetta è un concentrato di proteine e fibre, e la croccantezza dei ceci quando arrostiti con l’aggiunta di miele e cannella, ti darà quello che cerchi se hai voglia di dolce, oltre ad un boost di energia. Per 114 grammi di ceci abbiamo 146 calorie.

  • 400gr di ceci organici in lattina
  • 1/2 cucchiaio di olio di oliva
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/8 cucchiaino di noce moscata
  • 1 pizzico di sale

Come procedere

  • Preriscalda il forno a 200°
  • Ricopri una teglia da forno con carta forno su cui poggerai un foglio di silicone per forno.
  • Fai scolare i ceci e mettili su uno straccio ad asciugare
  • Spargi i ceci sulla teglia da forno in un unico strato.
  • Lasciali in forno per 45 minuti finchè non diventano croccanti.
  • Assaggiali e se sono ancora soffici, tienili ulteriormente in forno.
  • Mentre sono ancora caldi, mescolai con l’olio, il miele, la cannella, la noce moscata e il sale.
  • Puoi anche mangiarli così, ma se vuoi ottenere un effetto caramellizzato, mettili in forno per altri 10 minuti.
  • Conserva i ceci rimasti in un contenitore chiuso ermeticamente.