Bikini booty gli esercizi a prova di “pezzo di sotto”

Non è perchè la nostra palestra è chiusa che smettiamo di allenarci! Mantenere il tono muscolare e un certo livello di attività giornaliera è il nostro principale obiettivo. Se poi a questo aggiungiamo degli esercizi per rendere il nostro bikini booty a prova di pezzo di sotto, abbiamo trovato un ulteriore motivo per iniziare in maniera attiva la nostra giornata.

Alcuni degli esercizi sono da eseguire se il tuo livello di fitness è alto. In alternativa prova le modifiche bodyweight. In ogni caso assicurati  sempre di poter eseguire i movimenti.

Hip thurst su palla medica

L’alternativa bodyweight è rappresentata dal poggiare i piedi per terra invece di utilizzare la palla medica. La palla medica aumenta il livello di difficoltà obbligandoti a concentrarti al massimo per mantenere l’equilibrio. Esegui dalle 3 alle 5 serie per 12-15 ripetizioni

Squat con Kattlebell

Questo esercizio allena anche spalle e addominali. Assicurati di scegliere un peso alla tua portata ma che allo stesso tempo ti permetta di metterti alla prova. Attenzione a non sporgerti in avanti, e cerca di tenere le ginocchia sempre in linea. Esegui dalle 3 alle 5 serie per 12-15 ripetizioni

Donkey kick alternato con ginocchia sollevate

Si tratta di un esercizio che ti metterà piuttosto alla prova in quando le ginocchia non sono  poggiate per terra. Esegui il movimento per circa 30 secondi per 3-5 serie.

Affondo indietro con deadlift ad una gamba

Esercizio avanzato che implica un coinvolgimento dei muscoli addominali. Se non riesci ad eseguire la combinazione, prova a dividere l’esercizio eseguendo prima la sequenza di affondi indietro e poi i deadlift ad una gamba. Inizia dalla gamba sinistra e poi una volta terminato l’allenamento, procedi con la gamba sinistra. Esegui 10 ripetizioni per gamba per 3-5 ripetizioni

Donkey kick a 90° con pesetto 

Con questo esercizio sentirai i glutei prendere letteralmente fuoco. Non strafare con il peso, ne basta uno veramente leggero, te ne accorgerai. Esegui dalle 3 alle 5 serie per 12-15 ripetizioni.

Squat con sollevamento laterale della gamba

Per aggiungere un pizzico di pepe a questo esercizio puoi anche eseguirlo con delle cavigliere.  Esegui dalle 3 alle 5 serie per 12-15 ripetizioni.

Il consiglio: una volta terminata la sessione di allenamento aggiungi anche un po’ di cardio ad esempio saltando la corda o anche eseguendo dei kattlebell swing oppure dei burpees. 

7 falsi miti sul cardio che ti fanno accumulare grasso

Per non accumulare grasso e perdere peso focalizzati sul cardio piuttosto che l’allenamento con i pesi. Fare solo ed esclusivamente cardio può essere noioso e farti bruciare veramente poche calorie. Allenarsi con i pesi quindi è fondamentale per accelerare il metabolismo e bruciare più grasso giorno dopo giorno. Ci sono pero alcune tipologie di allenamento che contano come cardio. Ad esempio lo sapevi che allenarti con i Kettlebell può farti bruciare fino a 20 calorie al minuto? Secondo una ricerca dell’American Council on Exercise.

Esegui prima una sessione di cardio poi allenati con i pesi. Se stai pianificando di fare una sessione di allenamento cardio per poi passare ai pesi, assicurati di averne abbastanza per eseguire realmente l’allenamento. Sarebbe meglio dunque separare le sessioni di cardio da quelli di allenamento con pesi, in base all’intensità dell’allenamento stesso.

Dovresti bruciare almeno 500 calorie durante la tua sessione cardio. I numeri che vedi segnalati dal tappeto sono stime. Focalizzati su allenamenti brevi e intensi.

Cardio a stomaco vuoto ti permette di bruciare più grasso. Una domanda: riesci a guidare una macchina senza benzina? La risposta la conosciamo bene. Secondo la rivista americana shape.com, il problema con questo falso mito è che ciò che permette ai muscoli più grandi di farti performare durante questo tipo di allenamento, è proprio una combinazione di carboidrati e grassi. Esatto il tuo carburante naturale. Quando ti alleni sul tappeto oppure vai in bicicletta, il tuo corpo trasforma i carboidrati e i grassi  in frammenti che supportano i muscoli, e non vengono conservati nelle cellule di grasso. A stomaco vuoto questa strategia può completamente ritorcersi contro, in quanto diventeresti ipoglicemica e avresti bisogno di essere maggiormente idratata per completare la tua sessione cardio di 40 minuti per bruciare grasso. Per cui evita di essere totalmente digiuna, mangia qualcosa facile da digerire 90 minuti prima dell’allenamento e abbina due bicchieri d’acqua.

La corsa di distanza è un ottimo modo per perdere peso. In realtà ci sono migliaia di benefici apportati dalla corsa, Perdere grasso in eccesso potrebbe non essere uno di questi. Quanto più ti alleni tanto più il tuo corpo si abitua a conservare energia per correre la lunga distanza. Le tue performance migliorano ma cominci a bruciare meno calorie. Come riporta la rivista shape.com . Aggiungi il fatto che il tuo appetito aumenta, e quindi può essere complicato raggiungere l’obiettivo di perdere peso. Cosa fare dunque? Aggiungi tre sessioni di rinforzamento muscolare a settimana, per migliorare la mobilità delle articolazioni e un allenamento cross training una volta a settimana per mettere alla prova il tuo sistema cardiovascolare. E non tralasciare il piano alimentare che deve essere ricco di nutrienti senza aggiungere inutili calorie.

Dividi sempre le sessioni di cardio da quelle di resistenza. Non vogliamo creare confusione, ma ci sono delle volte in cui può essere efficace unire le due tipologie di allenamento: ad esempio studi dimostrano che inserire 20 minuti di pedalata durante una sessione di resistenza massimizza l’azione del metabolismo anche quando l’allenamento è terminato .

Se fai abbastanza cardio puoi mangiare quello che vuoi. Magari. Non solo tendiamo a credere di aver bruciato più calorie durante l’allenamento di quanto in realtà non sia, ma tendiamo anche a sottostimare il numero di calorie che ingeriamo durante la giornata. La perdita di grasso in eccesso non dipende solo ed esclusivamente dall’allenamento: uno studio riporta che le persone obese, in media, perdono più o meno solo 2,5 kg di grasso in otto mesi dal solo allenamento cardio e di resistenza. Quindi non dimenticare che l’alimentazione è una parte fondamentale del tuo percorso.

Torta di fragole

Per soddisfare la tua voglia di fragole, prepara la torta proteica di fragole e gusta la ricetta della fitness kitchen di Irene la mattina prima di uscire di casa.

Macros 425 kcal 66c 31p 5f

Ingredienti Torta di fragole
  • 200 ml di albumi
  • 60 gr di fiocchi di avena frullati
  • 1 mela frullata
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 120 gr di fragole (circa 5 fragole)

Come procedere

  • Preriscaldare il forno a 180°.
  • Mescolare l’avena frullata con la mela frullata, gli albumi e il lievito.
  • Versare l’impasto in uno stampo rotondo di silicone e decorare la superficie con le fragole tagliate a metà.
  • Infornare e cuocere per 40/45 minuti finché è dorato.

15 modi in cui alleanarti con i pesi ti cambierà la vita

Il tuo stomaco diventa un pozzo senza fondo. Allenarti con i pesi ti farà conoscere il reale significato della parola “buco nello stomaco”. Ti sembrerà ti  poter mangiare qualsiasi cosa.

Ti basta vedere il più piccolo muscoletto crescere, e sei già super motivata. Nessuno se ne accorgerà mai, ma tu sai che ci sono.

I tuoi jeans non ti entrano più. Certo perchè il tuo lato B è più sodo, e questo è motivo di gioia non di lacrime.

Diventi improvvisamente orgogliosa delle tue mani callose. Gli altri potranno pensare che non è proprio molto femminile, ma tu in realtà pensi che sei davvero tosta!

Le mani ti diventano improvvisamente cariche di vene. E dunque la domanda che ti fai è: sto davvero diventando Hulk?

La felicità che  ti assale quando sollevi carichi più pesanti del ragazzo vicino a te. Alla faccia di tutti gli haters!

Inizia a guardare i ragazzi in maniera diversa. I tuoi gusti si concentrano maggiormente su quelli grossi e allenati. I fuori allenamento, non riescono nemmeno più ad entrare nel tuo campo visivo.

Il tuo abbigliamento sportivo subisce una trasformazione, sale di livello. E noi lo sappiamo, così ne abbiamo aperto uno apposta.

Sviluppi un atteggiamento da regina. Le ore sul tappeto sono un lontano ricordo.

Ti senti così potente. Sentirti così forte in sala pesi, per proprietà transitiva si diffonde nelle altre aree della tua vita.

Sbattere il bilanciere per terra diventa la tua nuova terapia contro le giornate NO o semplicemente la sindrome pre ciclo.

Quando vedi un’altra ragazza sollevare pesi, senti subito quella sensazione di sorellanza.

Sentire i tuoi muscoli così affaticati dall’allenamento diventa improvvisamente la sensazione più bella del mondo.

Inizi a mangiare del cibo piuttosto strano, pur di raggiungere la quantità di proteine giornaliera. Formaggio di capra e burro di arachidi, improvvisamente diventano una combinazione normale.

Inizi a sviluppare le curve al posto giusto. E questo ti rende più sexy e sicura di te.

Coccola estiva: ricetta pancake fit al cioccolato

C’è sempre bisogno di una coccola, soprattutto la mattina appena svegli. La ricetta pancake fit al cioccolato ha proprio questa proprietà portarci dolcemente ai blocchi di partenza della nostra mattinata super attiva. La fitness kitchen di Irene non chiude mai, nemmeno d’estate!

Ingredienti ricetta pancake fit al cioccolato

Macros 353 kcal 47c 39p 1f

  • 200 ml di albumi
  • 65 gr di mass gainer al cioccolato (o quanto indicato dal produttore)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci (facoltativo)
  • 1/4 di banana (20 gr circa)
  • 1 cucchiaio di sciroppo zero calorie alla vaniglia

Come procedere

  • Mescolare albumi, mass gainer e il lievito se utilizzato.
  • Cuocere il composto in un padellino versando un paio di cucchiai alla volta, disporre su un piatto i pancake pronti e aggiungere la banana e lo sciroppo.

8 movimenti da inserire nel tuo allenamento HIIT

L’allenamento HIIT è croce e delizia per tutte noi: fatica e risultati evidenti sono le caratteristiche di questa tipologia di allenamento che amiamo odiare. Ecco alcuni movimenti che potresti aggiungere, per mescolare le carte del tuo allenamento HIIT.

Come sempre suggeriamo, assicurati che il tuo livello di fitness sia adeguato all’allenamento che esegui.

8 movimenti da inserire nel tuo allenamento HIIT. Perché la fatica non è mai abbastanza.

Plyo push up

Suggerimenti: se non riesci ad eseguirlo come da immagine, prova a mettere le ginocchia per terra.

Russian Twist

Suggerimenti: l’esercizio dovrebbe essere eseguito con i piedi sollevati da terra, ma se il movimento ti risulta di difficile esecuzione poggia pure i talloni per terra.

Burpee ad una gamba

Affondo laterale con sollevamento gamba o saltello

Suggerimenti: esegui l’esercizio con un saltello finale se il tuo livello di fitness è avanzato.

Tuck Jumps

Suggerimenti: Il movimento deve essere esplosivo. Inizialmente ti risulterà un po’ innaturale, ma con la pratica riuscirai a sollevare le ginocchia il necessario per performare in maniera corretta l’esercizio.

Mountain climbers

Suggerimenti: Il trucco per eseguire correttamente l’esercizio è quello di mantenere gli addominali sempre attivi.

Plank jacks

Suggerimenti: evita di portare verso il basso il bacino e stressare in questa maniera la zona lombare.

Flutter kick

Suggerimenti: mantieni il movimento delle gambe fluido. Non inarcare la schiena quando esegui l’esercizio e regola l’altezza delle gambe in maniera tale da non stressare la zona lombare. Mantieni la posizione hollow per tutto l’esercizio.

Stare leggeri a pranzo: 4 cibi che i trainer non mangerebbero mai

In piena estate, la pigrizia si fa sentire durante tutto l’arco della giornata. Anche quando si tratta di cucinare, la tua verve da Masterchef, sembra essere andata in vacanza. Ecco, dunque, qualche suggerimento da tenere sempre a mente quando si parla di stare leggeri a pranzo.

Stare leggeri a pranzo: 4 cibi che i trainer non mangerebbero mai

Pane. La combinazione più gettonata prevede verdure a foglia verde come ad esempio spinaci, rucola oppure cavolo riccio e due o tre uova bollite incluso il rosso. Questo perchè combinare proteine e grassi buoni, eliminando così gli alimenti eccessivamente lavorati, ti permette di essere più attiva e concentrata durante l’arco di tutta la giornata

Carne rossa. Carne rossa e roast beef sono alimenti da evitare per pranzo, secondo alcuni trainer, perchè possono provocare quella sensazione di pienezza mista a stanchezza. Di solito preferiscono mangiarla per cena. Cercano invece di mangiare carni bianche pollo o tacchino, oppure del pesce accompagnati da insalata e verdure miste. E siccome il pranzo risulta piuttosto leggero, se consumato in questa maniera, il pomeriggio si concedono uno snack a base di noci, mandorle e uvetta passa.

hamburger funghi

Barrette sostitutive del pranzo o energetiche. Come regola generale tutto ciò che viene in confezione, va attentamente esaminato nei suoi valori nutrizionali. Il terribile segreto che barrette sostitutive del pranzo o barrette energetiche nascondo, riguarda i quantitativi eccessivi di zucchero accompagnato da altri ingredienti di dubbia provenienza. La cosa peggiore è che consumando questa tipologia di alimento, spesso ti senti ancora più affamata immediatamente dopo averli terminati. Quindi cerca di preparare degli alimenti che puoi tenere in frigo per qualche giorno come ad esempio la quinoa, del pollo (o anche uova bollite) e verdure a foglia verde. Condisci il tutto con un cucchiaino di olio di oliva, una spruzzata di limone o aceto balsamico. Aggiungi come bonus qualche mandorla o noce.

Burger. Per quanto siamo delle fan sfegatate del motto “ Mangia sano per rimanere in forma, e concediti un hamburger ogni tanto per rimanere sano di mente”, gli hamburger a cui ci riferiamo non sono di certo quelli da fast food. Secondo alcuni trainer, sarebbero infatti talmente poveri di nutrienti a causa della scarsissima qualità della carne. Se proprio sei a corto di proteine, preferisci piuttosto del pollo preso in rosticceria, ovviamente eliminando la pelle. Se riesci ad aggiungere anche patate dolci, avrai un pasto nutriente e che terrà a bada la fame fino al prossimo pasto.

15 regole per perdere peso in eccesso efficacemente

Quando hai dubbi su cosa mangiare, le verdure sono la tua ancora di salvezza. A meno che non si tratti di una scorpacciata epica di broccoli, le verdure ti permettono di tenere sotto controllo valori nutrizionali e calorie. I migliori da questo punto di vista sono peperoni rossi, cetrioli e sedano.

Non eliminare totalmente i carboidrati. Non tutti i carboidrati sono “creati” uguali. E’ un fatto. Inoltre il nostro corpo ne ha bisogno per funzionare durante l’allenamento e supportare i muscoli durante la fase di ricostruzione post workout. Frutta e verdura sono da preferire, ma anche patate e prodotti integrali vanno presi in considerazione ma con moderazione, stando attenti alle porzioni.

Mangia carboidrati prima di mezzogiorno. Utilizza i carboidrati complessi in maniera intelligente inserendoli nei primi pasti della giornata, aggiungi una proteina e il gioco è fatto. In questa maniera non correrai il rischio di mangiare eccessivamente la sera, e ti sarà più facile tenere a bada la fame nel pomeriggio.

I grassi non sono il nemico. Paradossalmente, i grassi eliminano il grasso. Basta fare attenzione alla qualità e alle porzioni. Ovviamente stai lontana dai grassi saturi e dai la precedenza a grassi buoni come olio d’oliva, noci, avocado per supportare la perdita di peso.

Presta attenzione al sale. E’ davvero difficile farci caso, ma probabilmente stai assumendo più sale di quello che pensi. Troppo sale comporta ritenzione idrica e quindi gonfiore, ovvero addio addominali a tartaruga. Il limite è di  2,300 mg di sale per adulto. Tuttavia il modo migliore per ridurre le quantità è quello di evitare alimenti confezionati o da fast food e ovviamente rimuovere il sale da tavola, veramente non hai bisogno di aggiungerne ulteriormente.

Sii precisa nel misurare le porzioni. L’arma segreta della perdita di peso è il controllo delle pozioni. Il rischio è quello di sottostimare o sovrastimare la quantità di cibo ingerito durante la giornata.

Sii consapevole delle proporzioni. Il volume di cibo consumato durante la giornata ha grande impatto sul peso. Cerca di attenerti alla regola del 40% carboidrati, 40% proteine e 20% grassi per ogni pasto.

Inizia a dire addio agli aperitivi. Alcool e perdita di peso, purtroppo non possono trovarsi nella stessa frase, né tanto meno nella stessa giornata alimentare. Eliminare le calorie che prendi dai liquidi è uno dei modi più semplici per raggiungere i risultati di un’alimentazione volta alla perdita di peso. Inoltre ricorda che l’alcool, può giocarti un brutto tiro per quanto riguarda il funzionamento del tuo metabolismo e soprattutto agire sulla tua forza di volontà quando si tratta di fare delle scelte alimentari sane.

Prepara i pasti con largo anticipo. Nessuno ha mai raggiunto risultati significativi senza un minimo di pianificazione e preparazione. Poco tempo durante la giornata e dedicato al sonno, sono due dei principali ostacoli alla perdita di peso. Ecco perchè dovresti iniziare a pianificare e preparare i tuoi pasti sani magari di sera. Consulta anche la nostra guida all’alimentazione sana per ragazze pigre.

Dai risalto alle proteine. Se il tuo obiettivo è quello di perdere peso, il 40% delle tue calorie devono provenire dalla proteine. Sono fondamentali per costruire e mantenere  il tono muscolare, ti danno un certo senso di sazietà.

Il caffè è tuo amico. La mattina. Sebbene la scienza spesso cambi idea sui benefici o meno del caffè, il tuo espresso potrebbe aiutarti a performare meglio in palestra e supportare la perdita di peso.

Idratazione è la parola chiave. Qualsiasi strategia ti permetta di rimanere idratata durante l’arco della giornata, mettila in pratica. Dalla bottiglia sulla scrivania da lavoro al timer che ti ricorda di bere, considera che l’acqua è un supporto prezioso quando si tratta di perdere peso in eccesso, ridurre il gonfiore, accelerare il metabolismo.

Aumenta il numero di passi giornaliero. Sono diversi i fattori che portano alla perdita di peso, ma uno dei principali rimane il movimento. Non importa cosa fai, ma quanto più ti muovi tanti più il peso in eccesso andrà via. 45 minuti di attività a bassa intensità al giorno, possibilmente la mattina, ti permetteranno di raggiungere l’obiettivo.

Non dimenticare l’allenamento di rinforzamento muscolare. Sia che tu abbia dei pesetti in giro per casa o provi ad eseguire allenamento bodyweight, la crescita muscolare è parte fondamentale della tua strategia di perdita di peso. Inoltre ti bastano solo 15 minuti al giorno per 5 giorni a settimana. Ce la puoi fare!

Dai sapore ai tuoi piatti con spezie e aromi. Ora che hai capito che il sale non è la migliore delle opzioni, e vuoi anche ridurre l’utilizzo di burro e salse, prova ad aggiungere le spezie ai tuoi piatti.

11 motivi per allenarsi che non ha niente a che fare con la perdita di peso

Anche quando hai le migliori intenzioni, può essere veramente difficile trascinarti in palestra. Il caldo, la stanchezza, lo stress posso tenere i tuoi livelli di motivazione veramente bassi, e quindi il tuo obiettivo di buttare giù qualche chilo, va nel dimenticatoio.

Ecco dunque che hai bisogno di più di un motivo per allenarti. Noi te ne elenchiamo 11 da tenere a mente quando anche indossare il tuo activewear preferito sembra un’impresa impossibile.

Allenarti ti rende felice. Secondo uno studio americano ha rilevato come un allenamento di 20 minuti possa sollevarti il morale per circa 12 ore. Cardio e allenamento di rinforzamento muscolare sono entrambe validi in questo senso, e e 30-60 minuti di allenamento per 3-5 voli a settimana sono ottimali per ottenere dei benefici sull’umore.

Dopo un’allenamento ti senti più sicura di te stessa. Soprattutto quando l’allenamento è particolarmente faticoso. La sensazione post workout è di poter conquistare il mondo!

E’ un’ottima scusa per comprare abbigliamento sportivo. Potresti indossare il solito noiosissimo pantalone che utilizzi per stare in casa, ma dove sarebbe il divertimento? Opta per qualcosa che ti permetta di sentirti bellissima e allo stesso tempo a tuo agio. Giacchè ci sei, approfitta dei nostri saldi

Allenarti ti da energia. Secondo uno studio dell’università della Georgia, il flusso sanguigno trae benefici dall’allenamento favorendo di una maggiore capacità di portare ossigeno e nutrienti ai muscoli, e produrre quindi più energia. Eseguire un all’allenamento di bassa intensità per 20 minuti 3 giorni a settimana per sei settimane già ti permette di sentirti più energica.

Allenarti ti aiuta a ridurre los tress. Agisce infatti sulla produzione di cortisolo e adrenalina, caricando il corpo di endorfine. Inoltre ha una funzione calmante. Seppure dunque il tuo corpo è messo alla prova, mentalmente riesci a rilassarti.

Allenarti ti aiuta a tenere a bada la depressione e l’ansia. Quando lo stress non è solamente stress l’allenamento può esserti d’aiuto sono molti i casi anche di personaggi famosi, che tramite l’allenamento regolare sono riuscite a tenere a bada il problema.

L’allenamento supporta un sistema immunitario sano e funzionante. E’ anche vero che il “troppo stroppia” quindi non esagerare.

Una sessione di allenamento ti aiuta a dormire meglio. In uno studio effettuato su 2,600 soggetti, le persone che si sono allenate amento 150 minuti a settimana, hanno migliorato la qualità del sonno e i livelli di energia durante la giornata. E non c’è niente di meglio di una bella dormita.

Fitness implica amore per se stesse. Non importa quali siano i tuoi obiettivi finali, non c’è dubbio che allenarsi è una forma di rispetto verso il proprio corpo.

Potrebbe inoltre renderti più intelligente. Posto che non esiste la bacchetta magica che ti trasformi in una sorta di piccolo genio, ci sono numerosissime ricerche che sopporterebbero la tesi che chi si allena ti aiuta ad essere più concentrata, ad avere maggiore memoria, e a liberare la tua creatività.

Attenerti ad una routine di allenamento ti rende orgogliosa. Niente di meglio di quella sensazione di orgoglio post allenamento, per aver portato a termine quella che inizialmente ti era sembrata una fatica immensa.

5 errori da non commettere a pranzo

Non pianificare con largo anticipo. Quando le tue scelte alimentari sono dettate dalla fame, dal tuo essere nervosa, irritabile o scarsa forza di volontà, si fanno scelte sbagliate. A lungo andare ti trovi ad aggiungere calorie di cui non hai bisogno. Il modo più immediato per risolvere il problema è quello di preparare i pasti la domenica. Quinoa, pollo, salmone, verdure, ti forniscono una combinazione di alimenti potenzialmente infinita per i tuoi pasti e il tuo fabbisogno nutrizionale.

Saltare il pranzo. Eliminare un pasto così importante come il pranzo, si traduce in un pasto più abbondante in termini di dimensioni e di calorie, più tardi nella giornata. Il metabolismo funziona meglio se tenuto attivo tutto il giorno. Si consiglia quindi di considerare 5 pasti al giorno, praticamente mangiare ogni tre ore il nostro personalissimo fabbisogno calorico giornaliero.

Dimenticare le proteine. Le proteine sono il macronutrienti che ti tiene sazia più a lungo. Più di carboidrati e grassi tiene a freno i morsi della fame pomeridiana, permettendoti ti attenerti ai tuoi pasti pianificati senza farti cadere nella tentazione di snack vari ed eventuali. Aggiungi ai tuoi pranzi, una fonte di proteine come pollo, tacchino, formaggio di pecora, legumi, delle dimensioni dei tuoi palmi per diminuire la sensazione di fame, costruire massa muscolare e bruciare grassi.

Mangiare la stessa cosa ogni giorno. Il fatto di alimentarci nella stessa maniera ci annoia. Variare, mantiene attivo l’interesse e l’impegno nel raggiungere gli obiettivi. Prova quindi a ideare una quindicina di opzioni valide per i tuoi pranzi, e prepara quelle che hai scelto durante il weekend. Questo ti aiuterà a non cadere nella tentazione dei pranzi on the go e ad alimentarti in maniera corretta.

Mangiare in maniera distratta. Alcuni studi dimostrano che le persone che fanno altro mentre mangiano, hanno la tendenza a mangiare in abbondanza nei pasti successivi. Quando mangi e pensi ad altro, la tua mente non registra il pasto nella stessa maniera, ti perdi il senso di sazietà e finisci con l’essere affamata il minuto dopo che hai terminato il pasto. Concentrati sul pasto anziché sul computer o sul cellulare, mangia al parco o in un ristorante, aiuterai il cervello a collegarsi agli alimenti che mangi che ti permette di mangiare eccessivamente ai pasti successivi. Mangiare lentamente è un altra strategia per aiutarti in termini di consapevolezza rispetto a ciò che hai nel piatto.