Ricetta del buonumore: muffin al cacao

Le proprietà del cacao sull’umore sono note a tutti, ed è per questo che la nostra ricetta del buon umore sono i muffin al cacao. L’idea per questa ricetta è come sempre di Irene’s fitness kitchen.

Macros 388 kcal 40c 36p 6f

Ingredienti ricetta del buon umore muffin al cacao
  • 200 ml di albumi
  • 60 gr di fiocchi di avena frullati
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 10 gr di cacao magro in polvere
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
  • 5 gr di vitafiber
  • 10 gr di proteine in polvere gusto cioccolato bianco

Come procedere

  • Preriscaldare il forno a 180°.
  • Frullare i fiocchi di avena e montare 150 ml di albumi a neve.
  • Unire il lievito, il cacao, il vitafiber e il caffè solubile all’avena e poi aggiungere agli albumi un po’ alla volta senza smontarli.
  • Aggiungere i restanti 50 ml di albumi liquidi per rendere l’impasto più cremoso e riempire i pirottini per 3/4.
  • Infornare e cuocere per 15/20 minuti (fare comunque la prova stecchino per vedere se sono cotti dentro).
  • Preparare la crema al cioccolato bianco sciogliendo le proteine in polvere con un cucchiaio di acqua, versarla sui muffin appena sfornati e mangiare!

Mal di pancia rimedi farmaci

Gusto a colazione: pancake proteico bicolor

Chi lo dice che la colazione proteica deve essere senza gusto? Ecco la gustosissima versione della fitness kitchen di Irene del pancake proteico bicolor, da provare!

Macros 285 8c 57p 2f

Ingredienti pancake proteico bicolor
  • 200 ml di albumi
  • 30 gr di proteine in polvere gusto vaniglia
  • 5 gr di cacao magro in polvere
  • 5 gr di vitafiber
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 5 gr di more di gelso
come procedere
  • Mescolare proteine, lievito e vitafiber con gli albumi fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi.
  • Versare metà impasto in un pentolino già caldo piccolo dai bordi alti, abbassare la fiamma e coprire con un coperchio.
  • Nel frattempo aggiungere il cacao magro al restante impasto, mescolare bene e poi versare al centro di quello che sta cuocendo nel pentolino.
  • Coprire di nuovo con il coperchio e cuocere per circa 5 minuti.
  • Quando la superficie sarà solida, capovolgere il tutto e proseguire la cottura per altri 3/4 minuti.
  • Togliere dal pentolino e ricoprire con lo yogurt greco e le more di gelso

5 esercizi per allenare il proprio corpo a diventare una macchina brucia grassi

Allenare il proprio corpo a diventare una macchina brucia grassi richiede un mix di ingredienti fondamentali: alimentazione pulita, allenamento di resistenza e alcune componenti di allenamento cardio. Ovviamente altri fattori intervengono nell’equazione come ad esempio la stanchezza, il livello di stress e così via. Per tanto la strategia migliore sarebbe quella di unire la sessione intensa di allenamento di resistenza a quella cardio.

Ricorda di eseguire gli esercizi ascoltando il tuo corpo, senza andare oltre le tue capacità e possibilità fisiche.

L’allenamento va eseguito a circuito: 6 ripetizioni ad esercizio (e per gamba) per 3 set, cercando di diminuire il più possibile i tempi di recupero.

5 esercizi per allenare il proprio corpo a diventare una macchina brucia grassi
Squat con pressa sopra la testa

Durante l’esecuzione del movimento ricordati ti mantenere attivo l’addome e tenere il petto in fuori. Soprattutto il movimento deve essere esplosivo.

Affondo indietro con curl dei manubri

Per rendere il movimento più difficile, compatibilmente con il tuo livello di fitness, una volta ritornata in posizione solleva a 45° il ginocchio della gamba che porti indietro durante l’affondo.

Renegate row con manubri

Anche conosciuto come plank con vogatore. La posizione da mantenere è quella di un plank a braccia tese. Evita  di muovere i fianchi e porta il gomito verso l’alto e il manubrio al petto.

Split Lunge con  manubri sopra la testa

Fai attenzione e a tenere le scapole abbassate e indietro.

Affondo laterale con pressa frontale

Il movimento dell’affondo laterale dovresti conoscerlo: cerca di evitare di sforzare il ginocchio spingendolo oltre la punta del piede. Quando sei in affondo porta in avanti il manubrio, rimanendo dritta con la schiena.

Ricetta morbidissimi pancake ai cereali

Stufa di vedere i soliti cereali nella tazza ricolma di latte a prima mattina? Vuoi una colazione più gustosa e fit senza abbandonare i tuoi amati cerali? La fitness Kitchen di Irene, trova sempre la soluzione ed oggi presenta questi morbidissima pancake ai cereali.

Ingredienti pancake di cereali
  • 200 ml di albumi
  • 30 gr di proteine in polvere gusto cioccolato bianco
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 tavolette di cereali Weetabix
  • 30 gr di frutti di bosco
  • 120 gr di fragole
  • 10 gr di burro di arachidi

Come procedere 

  • Sbriciolare le tavolette di cereali in una ciotola, aggiungere il lievito, le proteine in polvere, gli albumi e mescolare bene.
  • Aggiungere poi i frutti di bosco e versare l’impasto ottenuto in un padellino caldo e cuocere alcuni minuti su entrambi i lati.
  • Fare una bella torre, ricoprire con il burro di arachidi e decorare con le fragole.

Mug cake banana e burro di arachidi

Questa diventerà la tua colazione preferita! Dopo averla provata non potrai fare più a meno della ricetta della mug cake banana e burro di arachidi, veloce e gustosissima, dritta dritta dalla fitness kitchen di Irene.

Macros 234 kcal 26c 25p 5f

Ingredienti Mug cake banana e burro di arachidi
  • 200 ml di albumi
  • 1 banana (100 gr circa)
  • 10 gr di burro di arachidi

Come procedere

  • Schiacciare una banana in una tazza, mettere al centro un cucchiaino di burro di arachidi, coprire il tutto con albume e cuocere nel microonde per 3 minuti o poco più.

5 cose da sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi

Nel 2017 l’idea per cui l’allenamento con pesi ti faccia diventare una specie di Hulk in gonnella, è ormai obsoleta come poche. Sono infatti tantissime le donne che intendono approcciarsi all’allenamento con pesi.

Se anche tu sei tra loro, ecco le 5 cose che devi sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi.

Non vedrai i risultati che tanto speri di ottenere se non mangi in maniera corretta. L’idea che gli “addominali” si costruiscano in cucina non è sbagliata è andrebbe trasferita a tutti gli altri muscoli del corpo. Un’alimentazione pulita e corretta dovrebbe essere alla base di ogni allenamento. Non cadere nel tranello del mangiare poco per raggiungere prima i risultati ed evita i cibi estremamente lavorati e confezionati. Inizierai a vedere già dopo poche settimane qualche risultato.

Tieni traccia di tutto ciò che fai. Tradotto: tieni traccia di quanto peso alzi in maniera tale da controllare che i progressi siano costanti. Utilizza un diario o banalmente una qualsiasi applicazione ad ogni singola sessione. Inoltre questo piccolo trucchetto, servirà a tenere alta la motivazione.

Non vergognarti di chiedere a qualcuno di farti una foto. Se non ti alleni davanti ad uno specchio non puoi controllare la forma. Per ovviare al problema, nel caso il posto in cui ti alleni non dovesse essere dotato di specchi, trova qualcuno disposto a farti una foto. Riuscirai ad apportare dei miglioramenti alla forma e conseguire i risultati per cui tanto lavori.

Avrai ancora bisogno di fare cardio. Già vediamo il tuo umore modificarsi, purtroppo è la dura verità. Cerca di apportare variazioni alle tue routine di allenamento , così ti sarà meno pesante affrontare le sessioni dedicate al cardio.

Puoi alzare carichi più pensati di quello che credi. Le donne, al contrario di quello che si può pensare, hanno una grande capacità di alzare carichi pesanti, se performano gli esercizi in forma corretta canalizzando la forza nella giusta direzione.

A tavola con amici: cheesecake al caramello e arachidi

La domenica la si dedica agli amici. Che sia brunch, pranzo o anche cena, con questa ricetta farai un figurone. Dalla fitness kitchen di Irene, la ricetta della cheesecake al caramello e arachidi. Prendere appunti e d’obbligo!

Macros 353 kcal 55c 27p 4f

Ingredienti cheesecake al caramello e arachidi
  • 150 ml di albumi (100+50)
  • 100 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 1 banana (120 gr circa)
  • 2 tavolette di cereali weetabix
  • 5 gr di arachidi
  • 1 cucchiaino di sciroppo al caramello senza zucchero

Come procedere

  • Preriscaldare il forno a 180° e rivestire una piccola teglia (16/18 cm di diametro) con della carta da forno.
  • Sbriciolare le due tavolette di cereali, mescolare bene con i 50 ml di albumi e disporli sul fondo della teglia compattando bene con le mani o un cucchiaio.
  • Montare a neve i restanti albumi, schiacciare bene la banana con una forchetta, aggiungere lo yogurt e passare un paio di minuti con le fruste elettriche.
  • Unire i composti senza smontare gli albumi e versare sopra la base di cereali. Infornare per 40/45 minuti finché è asciutto e dorato.
  • Gonfierà tantissimo, ma appena uscito dal forno prenderà un bell’aspetto…
  • Versare sopra lo sciroppo al caramello e le arachidi

Dolce fit: ricetta mini cheesecakes alle fragole

Chi lo dice che sano equivale a zero gusto o brutto da vedere? La ricetta delle mini cheesecake alle fragole della fitness kitchen di Irene è l’ideale per far ricredere tutti i tuoi amici di quanto divertente sia mangiare sano!

Macros 412 kcal 52c 26c 5f

Ingredienti Ricetta mini cheesecakes alle fragole
  • 170 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 120 gr di fragole
  • 60 gr di fiocchi di avena frullati
  • 30 gr di vitafiber
  • 20 gr di acqua

Come procedere

  • Frullare i fiocchi di avena e metterli in una ciotola.
  • In un padellino antiaderente sciogliere il vitafiber nell’acqua e farlo scaldare qualche minuto fino ad ottenere uno sciroppo trasparente.
  • Versarlo nell’avena e mescolare bene.
  • In una teglia da muffin, versare l’impasto ottenuto sul fondo di 5 stampini e pressare bene con le mani bagnate (altrimenti resta tutto attaccato alle dita…).
  • Frullare le fragole con lo yogurt e ricoprire le basi di avena nella teglia.
  • Decorare con una fettina di fragole e riporre in congelatore per qualche ora. Si possono tenere anche tutta la notte basta tirarli fuori almeno una mezz’ora prima di consumarli

Nuvola di ananas uova e yogurt

Uova e yogurt sono due ingredienti che tutte noi abbiamo sempre in frigo. Che sia per uno snack o una cena veloce, la combinazione dei due ingredienti con un’aggiunta di frutta ti permetterà di prepare qualcosa di speciale. L’idea? Della fitness kitchen di Irene.

Macros 259 kcal 24c 40p 0f

Ingredienti Nuvola di ananas

  • 200 ml di albumi
  • 170 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 1 scatoletta di ananas al naturale (140gr)

Come procedere

  • Frullare l’ananas lasciando intera una fetta e mescolare in un contenitore lo yogurt e gli albumi.
  • Adagiare sul fondo di una tazza o un contenitore adatto per il microonde, la fetta di ananas intera e versare metà composto di yogurt e albumi.
  • Cuocere nel microonde per qualche minuto finché inizia a diventare sodo nel bordo ma sempre morbido al centro, quindi versare nella parte morbida l’ananas frullato e ricoprire con il restante composto.
  • Cuocere per altri 3/4 minuti, dipende dalla potenza del vostro microonde, comunque cuocere fino a quando è completamente solido

5 cose che devi sapere sugli squat

Avere un corpo scolpito, è la ragione principale per cui ci si approccia all’allenamento in palestra. Ma il pallino di tutte noi rimane sempre riuscire ad avere un Lato B a prova di forza di gravità.

Se i geni, c’entrano e come nel raggiungimento di un certo tipo di risultati, e’ vero anche che ti puoi avvicinare quanto più possibile alle rotondità perfette che tanto desideri, con l’allenamento.

Ecco 5 cose che devi sapere sugli squat

Gli squat possono portare a galla dei disequilibri a livello muscolare. Il modo in cui esegui uno squat, può dire molto al tuo allenatore in termini di punti di forza e debolezza. All’apparenza, lo squat, sembra un esercizio di facile esecuzione, ma è ancora più facile da performare in maniera completamente scorretta, anche se sono anni che ti eserciti in questa maniera. Ad esempio, potresti non accorgerti che butti le ginocchia all’interno, o che non usi i fianchi, o che magari ti sporgi troppo in avanti. Come in tutti gli esercizi l’esecuzione è fondamentale, per cui un check con un trainer esperto dovrebbe essere di regola.

Ci sono una miriade di variazioni da provare. La tipologia di squat più comune è senz’altro la bodyweight. Ma ci sono tante altre tipologie di squat che possono aiutare il processo di costruzione di una parte bassa del corpo più forte.

I glutei sono tra i muscoli più grandi del corpo. Se il tuo obiettivo è quello di allenare tutto il corpo, non puoi non coinvolgere i glutei durante l’allenamento. Il gluteus maximus, è il più grande del corpo, ed è anche quello che ti permette di bruciare più calorie.

Eseguire squat, in realtà ti permette di allenare anche la parte centrale del corpo. Di solito quando vuoi allenare gli addominali pensi ai crunch o ai sit ups. Ma uno squat correttamente eseguito, ti forza ad attivare gli addominali per avere maggiore stabilità. I goblet squat, a tal proposito, sono perfetti.

Gli squat non sono l’unico esercizio di cui hai bisogno per allenare i glutei. Contrariamente a quello che si crede, se vuoi ottenere il massimo dall’allenamento per i tuoi glutei, devi necessariamente provare altre tipologie di esercizi come ad esempio gli stacchi.