Ipermemoria autobiografica, quando si ricorda tutto

Studiati i meccanismi alla base della straordinaria facoltà

Varie_14239.jpg

Ricordare ogni giorno della propria esistenza, e per di più ricordarne i dettagli, è impossibile per la quasi totalità delle persone. Sebbene molti siano in grado di ricordare con accuratezza eventi ad alta connotazione emotiva (ad esempio il proprio matrimonio, la nascita di un figlio, il primo bacio, la morte di una persona cara), le giornate cosiddette “normali” vengono solitamente dimenticate o lasciano tutt’al più solo un vago ricordo.

Eppure, un numero molto esiguo di persone riesce a ricordare con incredibile accuratezza giornate apparentemente normali. Sono i soggetti dotati di ipermemoria autobiografica ora al centro, per la prima volta al mondo, di uno studio di risonanza magnetica funzionale (fMRI) per comprendere i meccanismi neurobiologici alla base di tale straordinaria capacità di memoria.

La capoeira come anti-stress

Dal Brasile una disciplina per divertirsi sciogliendo muscoli e tensioni

Sport_10254.jpg

Da forma di lotta a disciplina sportiva di gran tendenza. È il percorso della capoeira, nata in Brasile ma di origine africana e ormai molto diffusa anche in Italia.

La leggenda vuole che la capoeira rappresentasse agli inizi una sorta di valvola di sfogo per gli schiavi provenienti dall’Africa e costretti a lavorare nel nuovo mondo in condizioni disumane. Per dissimulare i loro allenamenti volti ad acquisire forza fisica sufficiente per ribellarsi ai padroni, gli schiavi idearono una serie di movimenti che davano l’impressione di una danza, la stessa che avvertiamo oggi quando siamo di fronte all’esecuzione di un gruppo di capoeiristi.

L’elemento fondamentale della capoeira è la musica, non solo per motivi tradizionali, ma anche per assecondare i movimenti di chi la esegue.

Cancro al colon, regoragenib migliora la sopravvivenza

Quasi 8 mesi in più nella pratica clinica reale

Colon_12923.jpg

Uno studio conferma nella pratica clinica quotidiana l’efficacia e la sicurezza di regorafenib, una terapia mirata, in pazienti con tumore del colon retto metastatico.

Lo studio osservazionale internazionale CORRELATE, presentato al 20° Congresso mondiale sui tumori gastrointestinali (World Congress on Gastrointestinal Cancer) a Barcellona, ha coinvolto 1.307 pazienti in 13 Paesi. In Italia sono stati arruolati 193 pazienti (il 19% del totale), secondi alla Francia che ne ha arruolati 242.

La disponibilità nel corso degli anni di diverse opzioni terapeutiche per il trattamento di persone con tumore del colon retto metastatico ha significativamente inciso in modo positivo sulla prognosi di questi pazienti – spiega il prof. Alfredo Falcone, direttore Oncologia Medica all’Università di Pisa.

Spina bifida curata in utero

Al Policlinico di Milano primo intervento d’Europa

La spina bifida è un grave difetto della colonna vertebrale e del midollo spinale: quando non è mortale porta a disabilità, paralisi e disturbi neurologici.

In Italia si verifica in 1 caso ogni 10 mila nascite: vuol dire che ogni anno ci sono almeno 50 nuovi bambini colpiti. Ora un intervento chirurgico realizzato in utero dagli esperti del Policlinico di Milano può cambiare radicalmente la qualità di vita di questi bimbi. Si tratta del primo intervento di questo tipo in Europa: sono stati operati due feti alla 25esima settimana di gestazione, inserendo strumenti sottilissimi direttamente nell’utero della loro mamma e riparando il difetto. Gli interventi sono perfettamente riusciti, e ora bisognerà attendere la nascita dei due bimbi per poter confermare il pieno successo delle cure.

Glaucoma, efficace Bimatoprost SR

L’impianto riduce la pressione intraoculare

Varie_6557.jpg

Sono promettenti i risultati dello studio clinico su Bimatoprost SR per il trattamento del glaucoma.

Si tratta di un impianto biodegradabile a rilascio prolungato per la riduzione della pressione intraoculare in pazienti con glaucoma ad angolo aperto o ipertensione oculare.

Bimatoprost SR, ideato da Allergan, è stato studiato per ridurre la pressione intraoculare per almeno 4 mesi e ha raggiunto gli obiettivi clinici liberando i pazienti dalla necessità di terapia giornaliera con collirio.

Il glaucoma è responsabile di provocare completa cecità nell’8% della popolazione mondiale, pari a 600 milioni di persone, e il 2% dei casi di ipovisione, ovvero 150 milioni. Anche i dati in Italia non sono rassicuranti: il 2% degli italiani al di sopra dei 40 anni è colpito da glaucoma.

Osimertinib per il tumore del polmone

Approvato il farmaco progettato da AstraZeneca

Tumore al polmone_712.jpg

La Commissione Europea (CE) ha approvato osimertinib in prima linea come monoterapia per il trattamento di pazienti adulti affetti da carcinoma polmonare localmente avanzato o metastatico con mutazione di EGFR. Ad annunciarlo è la casa produttrice AstraZeneca.

Osimertinib è approvato e rimborsato in Italia per la seconda linea di trattamento nei pazienti adulti affetti da carcinoma polmonare localmente avanzato o metastatico con mutazione di EGFR. Ad oggi solo il 30% di questi pazienti può beneficiare del trattamento con osimertinib a seguito di progressione di malattia da TKI di prima e seconda generazione. Questa evidenza è confermata da studi clinici randomizzati e da dati di real word evidence.

Dieta vegetariana, come soddisfare i bisogni nutrizionali

Si può rinunciare alla carne, ma con le dovute accortezze

Diete_3554.jpg

I vegetariani in Italia sono giunti al 7% della popolazione, mentre i vegani si attestano allo 0,9%. Sono i dati emersi dal rapporto Eurispes 2018, che confermano una tendenza in atto da anni.

La definizione di dieta vegetariana può comprendere differenti regimi alimentari: c’è chi non mangia carne bianca o rossa, o consuma solo pesce, uova e/o latte e derivati, nessun alimento di origine animale mai (e in questo caso si parla di dieta vegana), o una volta ogni tanto, e altri ancora.

Per sapere però se l’alimentazione che seguiamo è salutare occorre che i nutrienti contenuti negli alimenti soddisfino fabbisogni nutrizionali. In molti casi le diete particolarmente restrittive di alimenti di origine animale portano a carenze nutritive di importanti nutrienti quali proteine, vitamina B12 e ferro.

Lettini solari vietati ai minorenni

Rischio tumore per le lampade solari

Melanoma_9110.jpg

Lampade e lettini solari rappresentano un rischio per la possibile insorgenza di un melanoma. A confermarlo è anche lo specialista Paolo Ascierto, che evidenzia ancora una volta i pericoli legati all’esposizione a forti concentrazioni di raggi UV in brevi lassi di tempo.

“Uno studio dell’Oms ha dimostrato che coloro che si sono esposti a lampade abbronzanti al di sotto dei trent’anni hanno un rischio di sviluppare un melanoma del 75%. Per questo in Italia le lampade sono vietate ai minorenni, ma non è che a 18 anni e un giorno il rischio diminuisce. Questo resta e va fatta attenzione”.

In realtà, ora anche negli Stati Uniti i lettini solari sono vietati a chi ha meno di 18 anni. La decisione è stata presa dalla Food and Drug Administration e ricalca quelle assunte da diverse autorità sanitarie europee negli scorsi anni, prima fra tutte il ministero della Salute italiano.

Vavins Bikini: l’Italia tropicale dei bikini online

Finalmente ci siamo, il caldo è arrivato: mare, spiagge e aperitivi al tramonto stanno per diventare il must delle tue giornate. Cosa manca allora per sancire l’inizio della bella stagione? Ovviamente solo un Vavins Bikini che porta nel vaso mercato dei bikini online un’estate made in Italy con un tocco tropicale.

Scopri di più nell’intervista al Direttore Creativo di Vavins Bikini,  Valentina Merenda.

Com’è nata l’idea dei bikini online e quindi Vavins Bikini (raccontaci anche qualche aneddoto divertente)

Vavins Bikini è un brand, ma anche uno stile di vita; infatti io ho sempre avuto voglia di “evadere” dalla metropoli, sono nata e cresciuta a Milano, per realizzare il sogno di vivere al mare, a piedi scalzi, 365 giorni all’anno. Tra aprire un chiringuito in Costa Rica e creare un business legato alla “beach life” ho preferito la seconda opzione.
Ho sempre avuto la passione per la moda, grazie anche a mio padre, Carmelo Merenda, sarto su misura che si è fatto strada nel mercato milanese rispettando i valori della tradizione sartoriale siciliana.

Io invece ho studiato marketing e digital advertising, e dopo qualche annetto nel settore, ho capito che il mio animo ribelle e libero aveva bisogno di un’avventura diversa.

La spinta finale, che mi ha portato alla creazione del brand, è stata una vacanza a Ibiza con le amiche, nel quale ho conosciuto una ragazza brasiliana, che ha creato anche lei un brand di bikini che vende 6 mesi all’anno in Brasile e 6 mesi in Europa in giro per le spiagge: in quel momento ho subito pensato “anche io voglio vivere così”! Ed eccomi ora, a circa un’annetto dall’inizio dell’avventura, felicissima della scelta di vita che ho fatto.

Vavins Bikini Navagio Triangolo Bianco e nero – clicca per acquistare

La collezione precedente è chiaramente un omaggio a Napoli. La nuova collezione invece dove trova ispirazione?

Si, la collezione “Posillipo” è palesemente un omaggio a Napoli, città che mi ha accolto nell’ultimo anno e dove si sviluppa tutta la produzione dei bikini. Per quanto riguarda la nuova collezione, “Italia Tropicale”, prende spunto da diverse mie passioni.

Principalmente c’è un chiaro riferimento agli anni ’80, annata in cui nasco, e che ora ammiro tantissimo: la vita altissima, una determinata palette di colori e i tagli dei bikini strizzano l’occhio a modelli chiaramente 80s. Anche il nome dato alla collezione, vuole ricordare il genere musicale che apprezzo molto, ascolto e che chiamo “musica felice” ovvero la Italo Disco, mix di suoni tropicali ed elettronici grazie all’uso del synth, simbolo degli anni 80.

In più, da sempre, ho un amore sfrenato per il Brasile, nazione che ho visitato più volte, e che mi fa innamorare ogni volta di più. Le foto della nuova collezione sono state scattate a Florianopolis, un’isola magica nella regione di Santa Caterina, assolutamente tropicale, che come molti altri posti del sud del Brasile, ha una forte influenza italiana.

Vavins Bikini Glyfada bikini monospalla pesca – clicca per acquistare

Chi è la ragazza Vavins Bikini

La ragazza Vavins Bikini mi rispecchia molto, è solare, carica di energia, di buone vibrazioni e piena di vita. La sua è una femminilità prorompente, sensuale e che sa esaltare il proprio essere Donna in ogni situazione, valorizzando la propria personalità e scegliendo consapevolmente ciò che indossa, senza mai sentirsi fuori luogo. L’amicizia e la solidarietà femminile saranno sempre punti saldi del DNA del brand. 

Always by your side in your summer adventures. Qual è la tua idea di summer adventures?

Non ho un’idea ben precisa di “summer adventures”, nel senso che essendo proprio un’avventura, spesso capita inaspettatamente e questo la rende ancora più misteriosa e coinvolgente. Può trattarsi di una travolgente storia d’amore estiva, di un viaggio indimenticabile con le amiche, di una pazza sera in una spiaggia tropicale o di una nuova esperienza sportiva tra le onde. Il tuo Vavins Bikini sarà il fedele partner sempre con te, ti esalterà e accompagnerà in qualsiasi tipo di avventura senza mai lasciarti nuda (a meno che tu non lo voglia)!

Vavins Bikini Cala Luna Holi Costume intero oblò – clicca per acquistare



L’articolo Vavins Bikini: l’Italia tropicale dei bikini online sembra essere il primo su Fit In Hub.

Un palloncino contro l’obesità


Elipse per perdere peso in maniera facile

Per la perdita di peso, è disponibile anche in Italia Elipse, primo e unico palloncino gastrico al mondo per il cui posizionamento e rimozione non è necessario ricorrere all’anestesia né a procedure endoscopiche.
Disponibile esclusivamente presso i Centri di Riferimento per la gestione dell’obesità, il palloncino si ingerisce come una pillola in una seduta della durata di circa 20 minuti, e viene espulso naturalmente tramite le feci dopo circa 16 settimane.
Una soluzione per tutti i pazienti con un indice di massa corporea (BMI) pari o superiore a 27, che abbiano tentato un regime dietetico senza raggiungere i risultati sperati.
Ad oggi, sono oltre 4.000 i soggetti già trattati a livello mondiale con il Palloncino Elipse e il trattamento ha già dimostrato di ottenere in media un calo ponderale di 13-15 kg in 4 mesi, il 15% del peso corporeo totale e 8 cm di girovita, con un alto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | palloncino, elipse, dimagrire,