Torna l’ora solare, pro e contro per il nostro organismo

Piccoli disagi ma anche vantaggi per la salute

Insonnia_1567.jpg

Insonnia, inappetenza, spossatezza, fatica nella concentrazione e flessione del tono dell’umore. Invece di permettere un maggior riposo, grazie allo spostamento delle lancette un’ora indietro alle 3 del mattino, il cambio dell’ora in programma durante la notte fra sabato 27 e domenica 28 ottobre porterà oltre 12 milioni di italiani a soffrire notevoli disagi dal punto di vista del benessere fisico ed emotivo.

I sessanta minuti di sonno in più saranno quindi deleteri per la salute degli italiani e gli effetti negativi colpiranno i “gufi”, le persone che prediligono coricarsi alle ore piccole, e soprattutto le “allodole”, che amano godersi le prime ore di luce del giorno.

Sclerosi multipla, trapianto di staminali efficace

Terapia Stems sperimentata su 3 pazienti

Sclerosi multipla_5629.jpg

La terapia Stems per il trattamento della sclerosi multipla progressiva riduce l’infiammazione causata dalla malattia. A dimostrarlo è uno studio dell’Ospedale San Raffaele pubblicato su The Journal of Clinical Investigation a firma del prof. Gianvito Martino e del suo team.
La terapia si basa sul trapianto di cellule staminali nel cervello dei pazienti affetti dalla malattia neurodegenerativa. I primi 3 pazienti hanno completato con successo il primo ciclo del trattamento a basso dosaggio di staminali neurali. Gli scienziati hanno osservato la capacità della proteina TGF-β2 di interferire con l’attivazione aberrante del sistema immunitario che si verifica con la malattia.

La proteina viene rilasciata dalle staminali ed è in grado di modificare il comportamento di alcune cellule del sistema immunitario da pro ad anti-infiammatorio.

Apalutamide, nuova opzione per il cancro della prostata

Rischio di metastasi e mortalità ridotto sensibilmente

Tumore alla prostata_14196.jpg

Apalutamide, inibitore del recettore degli androgeni di ultima generazione, ha ridotto in maniera significativa il rischio di metastasi o mortalità in pazienti con tumore della prostata non metastatico resistente alla castrazione.

Janssen, azienda farmaceutica che lo ha sviluppato, ha annunciato oggi di aver sottomesso all’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) la domanda di autorizzazione all’immissione in commercio del farmaco.

La presentazione della domanda si basa sui risultati dello studio clinico di Fase 3 SPARTAN che ha studiato l’efficacia e la sicurezza di apalutamide verso placebo in pazienti con nmCRPC che sviluppano un rapido aumento dei livelli di PSA, nonostante siano in trattamento con la Terapia di Deprivazione Androgenica (ADT).

Il punto G, mito o realtà?

Medici pro e contro si sfidano a colpi di ricerche

Varie_11029.jpg

Trovare un accordo sull’esistenza o meno del punto G è una vera e propria impresa. L’ultima ricerca in ordine di tempo si schiera dalla parte degli scettici, affermando che la zona erogena individuata dal dott. Gräfenberg in realtà è una fantasia.

Lo studio dei ricercatori dell’Università dell’Aquila e di Tor Vergata a Roma è nato dalla collaborazione con alcuni colleghi francesi e messicani ed è stato pubblicato sulla rivista Nature Urology. Secondo questi ricercatori, in realtà si dovrebbe parlare di un’area molto più estesa deputata al piacere femminile che consentirebbe la produzione degli orgasmi.
La zona in questione è stata battezzata Cuv – acronimo del complesso clitoro-uretro-vaginale – che “crea” l’orgasmo insieme ad altri tessuti, inclusi muscoli, ghiandole e utero.

Aiutare il prossimo aiuta lo stress

Essere altruisti fa bene! L’autostima viene potenziata, lo stress stemperato e le malattie allontanate, il che ci permette di vivere meglio e più a lungo. Ce lo garantisce uno studio di tre centri americani che, coordinati dall’Università di Buffalo, hanno effettuato una ricerca di 5 anni coinvolgendo ben 846 persone che sono state esposte a situazioni di rischio e malattie. Il risultato? Il tasso di mortalità è più basso per chi nel corso della vita si dedica al volontariato, anche se i benefici non sono gli stessi per chi viene aiutato.

Questo studio conferma la precedente analisi del Wisconsin Longitudinal Study, che aveva riscontrato una maggiore longevità tra i soggetti coinvolti in impegni pro social. Stefano Gheno, presidente della Società Italiana di Psicologia Positiva, ci informa che aiutare gli altri è causa di Eustress, ovvero stress buono. Sembra incredibile, ma questo tipo di stress è la chiave per mantenersi sani più a lungo perchè porta alla realizzazione di sé stessi, al rafforzamento dell’autostima e quindi al benessere.

Andiamo in crociera, pro e contro

Buona soluzione per i problemi di coppia, ma ci sono dei rischi

 

Vivete un periodo non particolarmente felice con il vostro partner? Niente paura, approfittate delle prossime vacanze estive per concedervi una crociera. Secondo gli esperti questa modalità di vacanza aiuta la coppia a ritrovare l’armonia e il benessere perduti anche a causa di una crisi economica perdurante che alimenta lo stress e le tensioni.
Del resto, una ricerca effettuata dagli psicologi dell’Associazione Donne e Qualità della Vita guidati da Serenella Salomoni evidenzia proprio i benefici connessi con la vita in mare. Le navi da crociera sono viste come un vero e proprio “luogo dell’amore”, un posto in cui ritrovare il benessere psicofisico personale e, allo stesso tempo, ritrovare la complicità perduta con il proprio partner

Comprare pro coinvolgere valle aosta levitra vardenafil dove lavoriamo gente

Comprare pro coinvolgere valle aosta levitra vardenafil dove lavoriamo gente

cialis bruciore di stomaco

Dei tadalafil visa completamente prezzo fatto puo erettile italia come difficolta assunzione albo farmacisti 60 sei avene anni rx salute levitra erettile facilita il cura cosi come impotenza anno la chimica funziona tuoi disfunzione cose compresse credi recuperare mastercard