Ricetta Mini Pancake al caffè take away

E se ti dicessi che puoi portati dietro la tua colazione preferita? La ricetta dei mini pancake al caffè take away è facilissima da preparare. Ecco come.

Ingredienti per la ricetta dei mini pancake al caffè:

  • 100gr di albumi
  • 85 di yogurt greco bianco
  • 2cucchiaini di caffè solubile
  • Gocce di dolcificante a gusto personale
  • 40gr farina di farro
  • 20gr proteine
  • Mezza bustina di lievito

Acquista su Amazon.it

  • Probios Farina di Farro Bianca - 6 pezzi da 500 g [3 kg] -2%

    Probios Farina di Farro Bianca – 6 pezzi da 500 g [3 kg]
    Prezzo: EUR 14,64

    Da: EUR 14,94

  • MyProtein Impact Whey- Protein del Siero - 1 kg

    MyProtein Impact Whey- Protein del Siero – 1 kg
    Prezzo: EUR 27,47

  • MyProtein Pancake Mix Proteici - 1000 gr

    MyProtein Pancake Mix Proteici – 1000 gr
    Prezzo: EUR 29,57

 

Come procedere:

  1. In una ciotola unisci tutti gl’ingredienti finchè non ottieni un composto senza grumi.
  2. Versa il composto in una padella e cuoci il composto a fuoco lento senza dimenticare il coperchio sulla padella.
  3. Una volta terminata lo cottura, coppa il pancake della forma che preferisci, taglialo a metà e aggiungi dello yogurt greco per farcire o del burro di arachidi.

Segui Fit ‘n Food su Instagram



L’articolo Ricetta Mini Pancake al caffè take away sembra essere il primo su Fit In Hub.

Ricetta barrette fai da te ai cereali

L’ora dello snack può essere sempre un po’ pericolosa quando hai come obiettivo quello di ritornare in forma. Ecco perché è importante avere a portata di mano uno snack sano, come le barrette fai da te, fatto in casa per evitare di esagerare. Questo snack può rappresentare la parte di carboidrati del tuo spuntino al quale aggiungere un vasetto di yogurt greco allo 0%.

Ingredienti barrette fai da te

  • 1 cucchiao corn

    Acquista su Amazon.it

    • Vivibio Corn Flakes Integrale senza Glutine - 6 Confezioni da 200 gr

      Vivibio Corn Flakes Integrale senza Glutine – 6 Confezioni da 200 gr
      Prezzo: EUR 17,34

    • Probios Fiocchi di Avena Piccoli Bio - 5 kg

      Probios Fiocchi di Avena Piccoli Bio – 5 kg
      Prezzo: EUR 20,19

    • Fior di Loto Zucchero di Cocco - 500 g

      Fior di Loto Zucchero di Cocco – 500 g
      Prezzo: EUR 6,35

    flakes integrali,

  • 1 cucchiaio cornflakes normali
  • 1 cucchiao e mezzo fiocchi d ‘avena
  • Frutta secca a pezzettini
  • Scorzetta di limone
  • 2 cucchiai di miele
  • 1 cucchiaio di zucchero di cocco

 

Come procedere

  • Mettere in un pad padella antiaderente lo zucchero e miele con un goccio d’acqua fino a caramellare
  • Spegnere a fiamma e aggiungere tutti gli ingredienti
  • Versa il composto su carta da forno dandogli una forma rettangolare e infornare per 10 minuti a 180°
  • Tagliare in barrette una volta raffreddato

Segui Fit ‘n Food su Instagram



L’articolo Ricetta barrette fai da te ai cereali sembra essere il primo su Fit In Hub.

I menù della dieta Dash


Qualche esempio per chi è interessato a questo regime alimentare

Diete_12822.jpg

Siete interessati alla dieta Dash, ma non sapete come metterla in atto? Vi offriamo alcune idee per seguire questo nuovo tipo di regime alimentare, che ha il suo punto di forza nell’abbassamento dei livelli di colesterolo e di pressione sanguigna.
L’altro aspetto positivo della Dash è che è stata messa a punto da un team di medici cardiologi e nutrizionisti, una garanzia per la salute di chi intende seguirla rispetto alle tante diete improvvisate che si trovano sul web.
Di seguito proponiamo un paio di menù settimanali:

Prima settimana:

Lunedì

Colazione: uno yogurt magro, tre fette biscottate integrali con 30 grammi di marmellata, una spremuta di ananas fresco. Tè e caffè senza zucchero.
Spuntino: un frutto di stagione.
Pranzo: 2 etti di insalata verde e pomodori, un panino con hamburger di 80 grammi e una spremuta di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dieta, Dash, pressione,

Lightmisù al cocco: la ricetta del tiramisù light al cocco

Ingredienti Lightmisù al cocco :

  • 1 vasetto Yogurt 0%greco a vaniglia
  • farina di cocco
  • dolcificante di Myprotein
  • 3 fette biscottate integrali o ai cereali
  • caffè,
  • stevia
  • cacao

    • Myprotein Dolcificante Mysyrup (fragola) 400ml

    • Farina di Cocco biologica 1 kg

  • Probios Fette Biscottate Bio - Con Semi di Lino e Olio Extravergine di Oliva - [Confezione da 4 x 270 g]

Come procedere:

  • Per creare il vostro LIGHTMISU’ ci vorranno pochissimi minuti:
  • Preparare due caffè
  • aggiungere un cucchiaio d’acqua ed una punta di stevia x dolcificare,
  • miscelare lo yogurt con il cocco e 5/6 gocce di dolcificante e due cucchiai di farina di cocco
  • iniziare la composizione
  • In un bicchiere largo posizionare sul fondo una fetta biscottata già intinta nel caffè,
  • aggiungere uno strato di crema
  • aggiungere una spolverata di cacao
  • ripetere l’operazione per tutte e tre le fette biscottate.

Per guarnire potete aggiungere dei gherigli di noce o della granella di nocciole.

Ricetta Cheesecake light della domenica

La domenica chiama dolce, e per non rinunciare al gusto ma allo stesso tempo evitare di sgarrare, preparare la ricetta cheesecake light mi sembra la soluzione ideale!

Ingredienti cheesecake light

  • 400gr di.ricotta preferibilmente a basso.contenuto.di grassi
  • 350gr yogurt fage 0%
  • 200gr di biscotti integrali miele o weetabix
  • Colla di pesce
  • Marmellata senza zuccheri

    • Paneangeli - Gelatina in Fogli, Colla di Pesce - 5 confezioni da 12 g [60 g]

    • Hero Light Confettura Lamponi - 1 Confezione da 8 Vasi x 280 g

Come procedere

NB: ricordati di ammorbidire un foglio di colla di pesce in acqua fredda prima di cominciare

  • Tritare biscotti e aggiungere 200gr di yogurt
  • Ricoprire il fondo di una tortiera apribile con carta forno e distribuire il composto
  • Far riposare in congelatore
  • Sciogliere la colla di pesce in un po’ di latte caldo e in un altra ciotola miscelare la ricotta al restante yogurt ,la colla di pesce e due cucchiai di miele!
  • Versare il composto sulla base
  • Ricoprire con marmellata light
  • lasciare in congelatore per farsi che il tutto si addensi
  • Spostarla in frigo per la conservazione

Idee detox per depurarti dalle cene estive a ristorante

Le cene a ristorante d’estate, sono un must. Soprattutto se sei in vacanza. Ma se non sei tra coloro che ordinano qualsiasi cosa una volta sedute a tavola e semplicemente vuoi prenderti un break da un certo tipo di alimentazione ecco le idee detox che stavi cercando per una giornata intera di depurazione.

Appena sveglia la mattina, non può mancare dell’acqua calda con limone, che sia fresco e appena spremuto. A parte il boost di Vitamina C, molti esperti sottolineano la capacità di stimolarne il tratto digestivo. Continua poi a bere tanta acqua lungo il corso della giornata.

In termini di allenamento, non è sempre consigliato allenarsi in maniera durante una detox, ma è importante tenere il corpo attivo, quindi se ti senti un po’ appesantita,  prova una seduta di yoga o pilates da fare tranquillamente a casa.

Lo spuntino, invece, dovrebbe essere consumato in maniera intelligente, prova uno smoothie che ti permetta di eliminare il gas in eccesso dalla pancia.

Il caffè sarebbe da eliminare il fase detox, ma non è sempre fattibile, per cui il suggerimento è quello di sostituirlo con una tazza di te verde. E’ ricco di antiossidanti e aiuta ad accelerare il metabolismo. Se invece ti senti di aver un leggero languorino, uno yogurt greco con mirtilli può fare al caso tuo.

Cerca di fare parecchio movimento, allontanati dalla scrivania, fai breve camminate, e se proprio non riesci ad fare dei piccoli break in ufficio prova un po’ di stretching da scrivania.

    • Fitness Tracker Donne Cardiofrequenzimetri Conta Passi IP67 Impermeabile Podometro Bracciale Bluetooth con Monitor del Sonno per Smartphone Android & iOS, iPhone, Samsung da WOWGO

    • Activity Tracker IP67, Mpow Orologio Cardiofrequenzimetro Contapassi da Polso Donna, Bracciale Fitness Tracker Uomo Fit Watch Calorie Pedometro IP67 per Outdoor Corsa e Ciclismo per iOS Android, Nero

  • Fitness Tracker, Willful Orologio fitness Braccialetto Schermo a Colori Watch Bracciale Cardiofrequenzimetro da Polso Smartwatch Pedometro Impermeabile IP68 Donna Uomo Bambini Bluetooth HR Sport per Samsung Huawei iPhone Android iOS Smartphone (Activity Tracker, Contapassi, Calorie, Distanza, Cardio, 14 Modalità Sport, Notifiche Messaggio, Controllo Remoto Fotocamera, Allarme)

Fragolamisù

Il tiramisù alle fragole è una variante fresca e primaverile della versione classica che prevede caffè e mascarpone. Vi proponiamo la nostra ricetta che, oltre ad essere buonissima, è realizzata con ingredienti alternativi, più leggeri, ma ugualmente deliziosi. Ideale per una merenda, un dessert dopo una cena in giardino, per un compleanno. Insomma, in qualsiasi momento decidiate di prepararlo, farete sicuramente belle figura.

Fragole: apportano grandi quantità di acqua e fibre, potassio, manganese, acido folico e vitamina C.

Yogurt greco: rispetto a quello non colato, lo yogurt greco ha un contenuto proteico più elevato.

Cosa serveCOSA SERVE

 

500 g di fragole (più quelle che si mangiano durante la preparazione)

700 g di yogurt greco bianco

Savoiardi

Foglie di menta

Limone non trattato

Miele

Come si preparaCOME SI PREPARA

 

Come prima cosa, per preparare la bagna in cui immergere i savoiardi, bisogna frullare una parte di fragole precedentemente lavate e mondate. Si consiglia di frullarle con un goccio d’acqua, in modo che la purea risulti più omogenea. Versare lo yogurt in una terrina e dolcificarlo con qualche cucchiaio del vostro miele preferito. Tagliare il resto delle fragole, insaporirle con qualche foglia di menta e la scorza del limone. A questo punto, si assembla il dolce, immergendo i savoiardi nella purea di fragole e creando gli strati alternando savoiardi, crema di yogurt, fragole in pezzi. Completare gli strati (nel nostro ne abbiamo realizzati 3) e decorare la superficie. Lasciare riposare per qualche ora in frigorifero e poi gustare!

Cirrosi epatica, gli alimenti che fanno bene

Vegetali, caffè e cioccolato proteggono il fegato

Cirrosi e malattie del fegato_8326.jpg

Una dieta di tipo mediterraneo, basata sull’assunzione di vegetali, tè, caffè, yogurt e cioccolato, ha l’effetto di proteggere il fegato. Il consumo di questi alimenti è infatti associato a una maggiore presenza di batteri intestinali diversificati. In tal modo, si riduce anche il rischio di ospedalizzazione nei soggetti affetti da cirrosi epatica.

A evidenziarlo è uno studio di Jasmohan Bajaj, ricercatore presso la Virginia Commonwealth University e il McGuire VA Medical Center.

Allo studio hanno partecipato circa 300 persone provenienti da Turchia e Stati Uniti e divise in 3 gruppi a seconda che avessero una cirrosi compensata, scompensata o fossero sani.

I soggetti sono stati sottoposti ad analisi del microbiota, e quelli affetti da cirrosi sono stati seguiti per almeno 90 giorni.

DOMS: 8 trucchi per evitare i dolori muscolari dopo l’allenamento

Sei sei un’assidua frequentatrice di palestra allora probabilmente hai sperimentato i dolori muscolari dopo l’allenamento anche noti come DOMS (Indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata). Vale la pena notare che non tutti hanno DOMS e alcune persone lo soffrono più di altri (tipo non sono in grado di sedersi in bagno dopo una pesante sessione di squat il giorno prima). Quindi non preoccuparti troppo se il giorno dopo sei ancora “capace di camminare”, non vuol dire che tu non abbia lavorato abbastanza e bene!


Ma se soffri dopo gli allenamenti, ecco 8 trucchi per evitare i Dolori muscolari dopo l’allenamento

1. Mangia le ciliegie

Le ciliegie contengono antocianine che combatteranno i radicali liberi prodotti nel corpo dopo l’esercizio e che fungono da agente antinfiammatorio per il corpo. Le ciliegie aumenteranno il flusso di ossigeno ai tuoi muscoli, annullando i potenziali DOMS. Prendine una piccola manciata al giorno prima dell’allenamento.

2. Cerca di dormire come un bambino

Una singola notte di privazione del sonno può portare ad un aumento del cortisolo, ormone dello stress che può ritardare il recupero dopo un allenamento. L’esercizio fisico favorisce un buon sonno, mentre smartphone e tablet con la loro “luce blu” che sopprimono la melatonina (l’ormone del sonno), quindi per migliorarne la qualità del sonno, un’ulteriore buona abitudine da prendere è l’abbandono di tutte le tecnologie due ore prima di andare a letto. Leggi anche sei pigra e vuoi curare la bellezza durante il sonno?

3. Assicurati di assumere micronutrienti.

Frullati proteici o barrette proteiche dopo la palestra? Bene, ma assicurati di assumere proteine ​​anche da altre fonti. I prodotti proteici trasformati, in particolare gli integratori proteici isolati, mancano di tutta una serie di nutrienti vitali che si trovano negli alimenti che contengono naturalmente proteine. Le fonti di proteine ​​naturali come le arachidi, ad esempio, contengono vitamina B3, B6 e B7, mentre il salmone contiene omega-3, lo yogurt contiene il calcio. Sì, gli integratori proteici sono più comodi, ma prenderti un po’ di tempo per scegliere fonti proteiche naturali aumenterà il recupero a causa del profilo nutrizionale generale del pasto e delle proprietà salutari aggiuntive.


4. Mangiare cibi ricchi di magnesio

Il corpo utilizza il magnesio per le contrazioni muscolari. L’inclusione di cibi nella tua dieta, come verdure a foglia verde scure, arachidi, yogurt e banane contribuirà a ridurre l’accumulo di acido lattico, che è prodotto da un intenso esercizio fisico e da allenamenti intensi. Il vantaggio di ridurre l’accumulo di acido lattico è che il tuo corpo si riprenderà molto più velocemente, senza sentire dolori pazzeschi dopo l’allenamento!

Dieta FODMAP: il problema della pancia gonfia e piena d’aria e come evitarlo

A parte il Monday blues, ovvero la depressione da lunedì, chi non si è svegliato con la pancia gonfia e piena d’aria per i bagordi del weekend a inizio settimana, alzi la mano. Per tutti coloro che non hanno questa sensazione, un grosso applauso, per gli altri, vi consigliamo di leggere questo articolo, magari il vostro brunch healthy della domenica ha fatto qualche danno di troppo…

Sebbene l’acronimo FODMAP non dica niente alla maggior parte di noi, la pancia gonfia e piena d’aria sono solo alcuni dei sintomi che disturbano la vita di molti.

Sorprendentemente, alcuni degli alimenti che contribuiscono ai problemi intestinali sono cibi sani e nutrienti. Quindi, nel tentativo di fare la cosa giusta, molte persone aumentano le porzioni di alimenti nutrienti (per ripulire la loro dieta) solo per trovarsi in uno stato peggiore. È qui che l’esperienza di un dietista accreditato può aiutarti a muoverti tra i cibi e guidarti nella giusta direzione.

La buona notizia è che molti alimenti colpevoli d’irritare l’intestino possono essere comunque gustati tenendo sott’occhio la quantità, le porzioni e mantenendo il tutto in equilibrio. FODMAP sta per “Oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli” – ora si capisce la necessità di un acronimo, giusto? – ovvero zuccheri che hanno un elevato potere fermentativo. In parole povere, zuccheri e carboidrati che sono scarsamente assorbiti e come tali causano problemi digestivi.

Quando abbiamo scoperto che i cibi FODMAP possono causare dolore, siamo rimaste un po’ perplesse: immediatamente ci siamo immaginate un brunch senza avocado, un’estate senza frutta e una vita senza yogurt e pizza.

Ma, quando si tratta di alimentazione le scelte estreme non sono mai da prendere in considerazione. Non si tratta quindi di acquisire un approccio ‘NO FODMAP’, si tratta solo di dosare le quantità di alcuni alimenti e essere coscienti del fatto che esistano delle alternative.

Diamo un’occhiata ad alcuni degli ingredienti FODMAP più deliziosi e come è possibile utilizzarli o scambiarli.