Tumore al seno, conta cellulare rende più efficace la chemio

Nelle pazienti colpite da carcinoma triplo negativo metastatico

Tumore mammario_4334.jpg

È bene prendere in considerazione il rapporto fra neutrofili e linfociti (NLR) e quello fra piastrine e linfociti (PLR) nell’ambito dei trattamenti per il cancro al seno.

La conta cellulare mostra di avere un valore predittivo rispetto al beneficio della chemioterapia con platino nelle pazienti affette da carcinoma mammario triplo negativo metastatico (mTNBC).

A confermarlo è uno studio apparso su Scientific Reports e coordinato da Claudio Vernieri dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano, che spiega: Il carcinoma mammario triplo negativo metastatico rappresenta il tumore della mammella con le minori possibilità di cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *