2019, l’anno del seno ibrido

Grazie a una combinazione di silicone e innesti di grasso

Chirurgia estetica_5612.jpg

Chi l’avrebbe mai detto che la ciccia sui fianchi e sul lato b potesse servire per avere un décolléte da urlo? Dopo la prima sperimentazione Oltreoceano, un’innovativa tecnica di chirurgia estetica si appresta ad arrivare anche in Italia, Paese che secondo i dati Iaps 2017 si conferma quinto al mondo per interventi di chirurgia e medicina estetica dietro a Stati Uniti, Brasile, Giappone e Messico.

Si tratta del cosiddetto ‘seno ibrido’, tecnicamente definito come intervento di mastoplastica additiva ibrida, che si appresta a rivoluzionare anche il modo di intendere l’estetica femminile, segnando un nuovo immaginario della bellezza in cui il senso di naturalezza prende il posto della taglia maxi a tutti i costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *