814 morti, l’Rt scende sotto l’1 per cento

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Risalgono i contagi, attestandosi a 24.099 casi, per un totale di 1.688.939. L’aumento avviene nonostante la riduzione dei tamponi, 212.741, il che significa un innalzamento del tasso di positività all’11,3%, in salita di un punto.

Dopo l’infausto record di ieri, le vittime odierne calano un po’ e si attestano a 814, per un totale di 58.852 dall’inizio dell’epidemia.

L’Rt nazionale scende ancora, arrivando a 0,91, mentre fino a poche settimane fa era a 1,7.

Continua il calo dei ricoverati, ora 31.200 (-572), mentre in terapia intensiva ci sono 30 persone in meno rispetto a ieri, per un totale di 3.567.

Dal 6 novembre fino ad almeno il 3 dicembre entra in vigore un nuovo Dpcm che suddivide in 3 fasce le regioni italiane, a seconda del livello di diffusione del contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *