853 decessi, ma il tasso di positività scende

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Un giorno tragico quello che emerge dall’ultimo bollettino della Protezione Civile. Si registrano infatti 853 decessi, mai così tanti da marzo. Il totale arriva così a 51.306.

I nuovi contagi sono 23.232, mentre i tamponi risalgono a 188.659, per un tasso di positività che scende al 12,3, in netto calo rispetto a ieri.

Le buone notizie non finiscono qui: è in negativo per la prima volta dopo tanto tempo il saldo dei ricoverati, 120 in meno rispetto a ieri, mentre le terapie intensive salgono solo di 6 unità, per un totale di 3.816.

Dal 6 novembre fino ad almeno il 3 dicembre entra in vigore un nuovo Dpcm che suddivide in 3 fasce le regioni italiane, a seconda del livello di diffusione del contagio.

Nelle Regioni di prima fascia il governo attua una limitazione alla circolazione delle persone fra le 22 e le 5 di mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *