Alzheimer, il farmaco che causa perdita muscolare

Rischio rabdomiolisi raddoppiato nei pazienti con demenza

Morbo di Alzheimer_6360.jpg

Un farmaco comunemente usato per il trattamento del morbo di Alzheimer e di altre forme di demenza è associato al raddoppio del rischio di rabdomiolisi. Lo dice una ricerca dell’Università McMaster di Hamilton, in Canada.

La rabdomiolisi rappresenta una condizione di danno grave a carico del muscolo scheletrico, con possibilità di collasso dei reni. Secondo i medici coordinati dalla professoressa Jamie L. Fleet, il farmaco donepezil aumenterebbe il rischio di soffrire della condizione nei pazienti con Alzheimer.

Il team diretto da Fleet ha coinvolto oltre 220mila pazienti di età pari o superiore a 66 anni. Fleet e colleghi volevano determinare il rischio di essere ricoverati in ospedale per rabdomiolisi a 30 giorni dalla prescrizione di tre farmaci normalmente usati per trattare il morbo di Alzheimer e altre forme di demenza come quella vascolare e da corpi di Lewy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *