Alzheimer, obiettivo mitocondri

Possibile target terapeutico secondo un nuovo studio

I mitocondri potrebbero essere la nuova frontiera dei trattamenti anti-Alzheimer. Secondo uno studio pubblicato su Alzheimer & Demenza, i mitocondri – le centrali che forniscono energia alle cellule – vengono colpiti fin dai primi stadi della malattia, danneggiandosi precocemente. Tuttavia, proprio questo aspetto li rende oggetto di un possibile trattamento a base di un composto antiossidante che protegga il cervello.

È noto da tempo che l’accumulo di scorie proteiche di beta amiloide rappresenta un elemento sostanziale nei meccanismi di insorgenza della malattia. Tuttavia, le terapie volte a cercare di ridurre la produzione di beta amiloide hanno sempre fallito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *