Anomalie elettrolitiche associate ai disturbi alimentari


La presenza delle anomalie può essere un fattore predittivo

Uno studio apparso su Jama Network Open afferma che la presenza di anomalie elettrolitiche in soggetti sani può essere un fattore predittivo di futuri disturbi alimentari.
«I disturbi alimentari portano a un aumento della mortalità e a una ridotta qualità della vita. Sebbene le presentazioni acute dei disturbi alimentari coinvolgano frequentemente anomalie elettrolitiche, non è noto se queste ultime possano precederne la futura diagnosi», afferma Gregory Hundemer della University of Ottawa, autore principale dello studio.
Gli scienziati hanno cercato di scoprirlo analizzando i dati di 6.970 soggetti con disturbi alimentari messi a confronto con altri 27.878 individui della stessa età e sesso, ma senza quella diagnosi.
In entrambi i casi erano disponibili i dati su misurazioni elettrolitiche ambulatoriali fra 3 anni e 30 giorni prima della data di una diagnosi di disturbo …  (Continua) leggi la 2° pagina disturbi, alimentari, anomalie,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *