AstraZeneca, dimezzare la prima dose per evitare trombosi

Possibile vaccinare il doppio delle persone con meno effetti collaterali

Varie_6396.jpg

Ridurre la prima dose del vaccino di AstraZeneca potrebbe avere un duplice effetto positivo: scongiurare i rarissimi casi di trombosi che si sono verificati in diversi paesi e al contempo aumentare il numero delle persone vaccinate.

A suggerire la soluzione è il team dell’Università di Greiswald guidato da Andreas Greinacher. In tutta Europa sono stati segnalati 222 casi sospetti della rara forma di trombosi caratterizzata da coaguli di sangue e bassa conta piastrinica, 30 sono i decessi certificati.

I sintomi legati a questa forma di trombosi assomigliano a quelli associati a una rara reazione avversa all’eparina, la trombocitopenia indotta da eparina (HIT).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.