Emicrania, c’è una carenza di vitamina B12


Il deficit della sostanza può aumentare il rischio del disturbo

Una carenza di vitamina B12 e un eccesso di omocisteina nel sangue possono provocare un aumento del rischio di emicrania. I due fattori causano danni alle cellule endoteliali aumentando i livelli di radicali liberi, associati all’insorgenza di episodi di emicrania.
Ad affermarlo è uno studio pubblicato su Arquivos de Neuro-Psiquiatria, la rivista ufficiale dell’Accademia Brasiliana di Neurologia. Un team dell’Università di Instanbul ha individuato una correlazione fra i livelli di vitamina B12 e la frequenza degli attacchi di emicrania e la gravità del dolore. Allo studio hanno partecipato 127 pazienti con emicrania e 45 soggetti sani che si sono presentati all’Okmeydani Training and Research Hospital tra il 2019 e il 2020.
Gli esperti hanno registrato la frequenza degli attacchi di emicrania, la durata degli attacchi, la gravità del dolore, le caratteristiche cliniche e la …  (Continua) leggi la 2° pagina emicrania, vitamina, carenza,

L’ora legale potrebbe aumentare diabete e obesità


La rinuncia all’ora solare associata anche a effetti negativi

Non solo aspetti positivi dall’eventuale abbandono dell’ora solare. La proposta di adottare l’ora legale tutto l’anno per risparmiare energia potrebbe non aver tenuto in debita considerazione un effetto sulla salute umana su cui si soffermano gli esperti della Società italiana di endocrinologia.
“Alcuni studi – spiega la società scientifica in una nota – evidenziano che mattine più buie e sere più luminose potrebbero avere effetti negativi sulla quantità di sonno e di conseguenza anche sul pericolo di obesità, sovrappeso e malattie metaboliche come il diabete, con effetti deleteri anche sul cuore”.
“Conservare l’orario estivo – afferma Annamaria Colao, presidente Sie e ordinario di endocrinologia all’Università Federico II di Napoli – consentirebbe di evitare tutti quei disturbi derivanti da alterazioni del ritmo circadiano per il passaggio ora legale/ora solare, che riguardano …  (Continua) leggi la 2° pagina solare, legale, diabete,

Emicrania, sottopeso e obesità ne aumentano il rischio


Consigliabile mantenere un indice di massa corporea adeguato

Sottopeso e obesità aumentano il rischio di emicrania. A dirlo è uno studio pubblicato su Headache: The Journal of Head and Face Pain da un team della Teheran University of Medical Sciences.
La revisione ha preso in esame 41 studi osservazionali per un totale di 792.500 partecipanti, concludendo che rispetto alle persone che avevano un indice di massa corporea (Bmi) normale quelle che invece erano sottopeso oppure obese avevano un rischio maggiore di emicrania.
Indizi meno certi sono emersi per l’eventuale associazione fra Bmi e rischio di altri sottotipi di disturbi relativi alla cefalea primaria.
“I risultati – concludono gli autori – supportano la raccomandazione secondo la quale un indice di massa corporea normale è associato a un minor rischio di emicrania e che la prevenzione di questo disturbo può trarre vantaggio dal controllo del peso”.
Intanto, con il lento scivolare …  (Continua) leggi la 2° pagina emicrania, cefalea, autunno,

I numeri del sesso

Consigli per una sessualità più sana e appagante

Sessualita_14655.jpg

È possibile regolare il sesso? Decidere a tavolino quante volte farlo può essere uno stimolo o, al contrario, si possono creare frizioni? Ebbene, esiste un modo per avere una sessualità più sana e appagante, partendo proprio dalla scoperta di sé, indipendentemente dal genere, dall’età, dalle esperienze sessuali passate, presenti o future.
La meditazione è uno strumento che può aiutare a vivere con serenità i momenti di intimità, grazie a un percorso che insegna a risvegliare i sensi, riscoprendo il piacere e il desiderio sessuale.
La dott.ssa Maria Beatrice Toro, psicologa e piscoterapeuta, docente di psicologia di comunità e autrice, è voce guida di Sessualità Consapevole, il nuovo programma di meditazione di Petit BamBou, e ci accompagna in una analisi dei cambiamenti dei comportamenti sessuali (anche) a seguito della pandemia da Covid-19.
Una ricerca pubblicata del Kinsey …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | sesso, desiderio, piacere,

Curva piatta, calo dei ricoveri

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 44.489.
I decessi sono 148, portando il totale a 165.494.
I tamponi sono 104.793, per un tasso di positività del 13,3%, in rialzo rispetto al 13% di ieri.
I ricoverati sono 7.465 (-166), mentre le terapie intensive salgono a 337 (-16), con 39 nuovi ingressi.
Scende l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 559 ogni 100.000 abitanti, contro 699 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Stabile l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 13-26 aprile 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,96.
I vaccinati sono 48.611.043, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.386.525, il 37,9% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state somministrate …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Calano i ricoveri, contagi stabili

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 39.317.
I decessi sono 130, portando il totale a 164.976.
I tamponi sono 268.654, per un tasso di positività del 14,6%, in rialzo rispetto al 14,3% di ieri.
I ricoverati sono 8.158 (-254), mentre le terapie intensive scendono a 334 (-4), con 33 nuovi ingressi.
Scende l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 559 ogni 100.000 abitanti, contro 699 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Stabile l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 13-26 aprile 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,96.
I vaccinati sono 48.611.043, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.386.525, il 37,9% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state somministrate …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,