Olio essenziale di Nigella sativa: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

L’olio essenziale di Nigella sativa trova molteplici utilizzi quando si parla di benessere e salute. Potete infatti sfruttarlo in caso di psoriasi oppure come alleato per rendere i capelli più forti e meno tendenti alla caduta. Vanta infatti numerosi benefici e proprietà e gli usi che ne potete fare sono davvero tanti. Ma non è […]

L’articolo Olio essenziale di Nigella sativa: proprietà, benefici, usi e controindicazioni proviene da Vivere in Benessere.

Olio essenziale di thuia: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

Molti sono gli oli essenziali presenti in commercio. Oggi vediamo quello di thuya, questo viene estratto attraverso la distillazione in corrente di vapore. La parti utilizzate della pianta (nota come Thuya occidentalis) sono la corteccia, le foglie e i ramoscelli giovani. I benefici, le proprietà e le controindicazioni di certo non mancano. Se desiderate conoscere […]

L’articolo Olio essenziale di thuia: proprietà, benefici, usi e controindicazioni proviene da Vivere in Benessere.

Sesso, 4 modi per raggiungere l’orgasmo

Le tecniche suggerite da un campione di 20.000 donne

Sessualita_7623.jpg

Aumentare le probabilità di avere un orgasmo attraverso tecniche ben precise. È quanto emerge da uno studio della società OMGYes (acronimo di Oh My God Yes) in collaborazione con ricercatori dell’Università dell’Indiana e del Kinsey Institute.

Lo studio, pubblicato su Plos One, si è basato sul coinvolgimento di 3.000 donne, cui è stato chiesto quali sono i movimenti migliori per raggiungere il piacere durante un atto penetrativo.

“Abbiamo chiesto a migliaia di donne cosa fanno per provare più piacere dal sesso penetrativo e abbiamo scoperto che ci sono 4 tecniche che funzionano per la maggior parte di loro”, afferma Christiana von Hippel, esperta di salute sessuale e riproduttiva.

Una blefaroplastica estrema può danneggiare l’occhio

Cosmetici e chirurgia estetica possono causare la sindrome dell’occhio secco

Chirurgia estetica_6079.jpg

“Le donne spesso utilizzano cosmetici che, soprattutto se non testati ufficialmente, possono essere causa di allergie e irritazioni della cute e dell’occhio, polverizzandosi sul margine delle palpebre o nell’occhio stesso, aumentando l’infiammazione cronica causata dalla secchezza oculare e contribuendo, inoltre, a occludere gli sbocchi di alcune ghiandole (soprattutto le ghiandole di Meibomio, presenti nello spessore delle palpebre superiore e inferiore e il cui ostio si apre nel margine palpebrale interno), che producono il film lacrimale, contribuendo ad aumentarne l’infiammazione, il mal funzionamento e infine la degenerazione delle stesse, complicando ulteriormente il circolo vizioso infiammatorio che persiste in un occhio secco”.

A dirlo, in occasione della Giornata nazionale della salute della donna, che si celebra oggi, è Romina Fasciani.

Uno spray per le varianti Covid

Taffix si rivela efficace contro variante inglese e sudafricana

Varie_8490.jpg

Uno spray per contenere le infezioni dovute alle varianti di Sars-CoV-2. Taffix, prodotto da Nasus Pharma, ha dimostrato – dopo la somministrazione di una dose infettiva del virus in coltura tissutale – di poter bloccare il 100% delle due nuove varianti altamente contagiose del virus SARS-CoV-2 (le varianti “britannica” e “sudafricana”), come dimostrato dai test PCR quantitativo sulle cellule incubate con Taffix inoculate con i virus.

Questi importanti risultati sono conformi ai precedenti studi in vitro eseguiti con Taffix, dove il 99,99% dei virus SARS-CoV-2 è stato bloccato da Taffix, così come altri virus di cui è noto il ruolo nelle infezioni delle vie respiratorie superiori. Questi risultati sono in linea con l’esperienza clinica reale con Taffix, dove il rischio di contrarre il COVID è stato ridotto del 78% a seguito di un evento superdiffusore.

Scoperto nuovo meccanismo alla base del Parkinson

Grazie allo studio di una rara forma ereditaria della malattia

Parkinson_9624.jpg

Grazie allo studio di una rara forma ereditaria della malattia di Parkinson, ricercatori dell’Università di Trento hanno descritto un nuovo meccanismo patologico alla base della malattia che potrebbe in futuro essere sfruttato in chiave terapeutica anche per le forme non genetiche.

Pubblicato sulla rivista Brain, il lavoro è stato coordinato da Giovanni Piccoli, ricercatore del Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata (Cibio), con il supporto del programma carriere della Fondazione Telethon, l’Istituto Telethon Dulbecco.

Quella di Parkinson è una malattia neurodegenerativa a evoluzione lenta ma progressiva, che coinvolge specifiche aree del cervello, i gangli della base, deputate al controllo del movimento e dell’equilibrio.

Ricoveri in calo, stabili i contagi

Ospedali sotto pressione, è la terza ondata

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di infezione sono 15.370, per un totale di 3.857.443 dall’inizio dell’epidemia. Sono 310 i decessi giornalieri, cifra che porta il totale a 116.676.

L’Italia è al primo posto fra i grandi paesi per numero di morti per milione. Sopra al nostro paese ci sono ora soltanto nazioni con un numero inferiore di abitanti.

I tamponi sono 331.734, il che produce un tasso di positività del 4,9%. Scende il numero dei ricoverati, attestandosi a 24.100, 643 posti letto in meno rispetto a ieri. Scendono anche le terapie intensive, ora 3.340, 26 in meno di ieri.

Le dosi di vaccino somministrate in totale sono 14.909.970, mentre 4.402.097 persone hanno completato il loro percorso vaccinale con la seconda dose. In termini percentuali, il 17,1% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre il 7,2% risulta completamente vaccinato.