Epilessia, il possibile ruolo degli astrociti

Scoperti meccanismi modulatori nelle trasmissioni sinaptiche

Epilessia_694.jpg

Diversi studi dimostrano che gli astrociti, le cellule gliali più diffuse nel sistema nervoso centrale, svolgono un ruolo fondamentale nel cervello mediante il rilascio di gliotrasmettitori, che contribuiscono alla modulazione della trasmissione sinaptica. Nella corteccia cerebrale, la popolazione neuronale è rappresentata da neuroni eccitatori e interneuroni inibitori. Le disfunzioni interneuronali sono implicate in alcune malattie del cervello, come epilessia, schizofrenia ed autismo, nelle quali è presente uno squilibrio nell’eccitazione-inibizione: chiarire i ruoli dei neuroni inibitori nel circuito neuronale-astrocitario può aiutare a comprendere il contributo degli stessi nei disturbi cerebrali.
Uno studio dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-In), recentemente pubblicato dalla rivista Cells, descrive un meccanismo che modula la trasmissione …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | meccanismi, sinapsi, epilessia,

Gli esercizi per ridurre i dolori mestruali

Combattere i dolori e contrastare il grasso addominale

Varie_5548.jpg

La sindrome premestruale può avere diversi sintomi, che variano da donna a donna. Ma spesso uno dei più comuni è il dolore pelvico che può essere alleviato con appositi esercizi fisici. Il “gatto”, i rolli laterali e la “farfalla” sono i tre esercizi che non possono mancare e a cui se ne possono aggiungere anche altri se – oltre al dolore pelvico – vogliamo contrastare i chili di troppo (soprattutto se concentrati nella parte addominale). Ma in cosa consistono questi esercizi?
E quali sono, nello specifico, quelli che ci aiutano a combattere i chili di troppo (oltre il tanto fastidioso dolore pelvico)?
Ce li spiega la dott.ssa Missori, autrice di “Il reset ormonale: dal ciclo alla menopausa senza stress” (Edizioni Lswr). Il libro è il testo di riferimento essenziale per chi soffre di sindrome premestruale, endometriosi, ovaio policistico, dominanza estrogenica e menopausa, offrendo …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | esercizi, dolore, mestruale,

Infarto, gli ultrasuoni eliminano i depositi di calcio

Gli accumuli di calcio aumentano il rischio del 20 per cento

Infarto_8130.jpg

I depositi di calcio nelle coronarie o sui lembi delle valvole cardiache possono aumentare del 20% il rischio di incorrere in un infarto. A lanciare l’allarme sono gli esperti della Società italiana di Cardiologia invasiva nel corso del congresso EuroPCR 2022 di Parigi.
“La calcificazione delle coronarie e delle valvole cardiache è un riscontro comune all’aumentare dell’età”, spiega il presidente GISE Giovanni Esposito. “L’irrigidimento indotto dal calcio è molto pericoloso, perché pregiudica la corretta funzione di vasi e valvole; se, tuttavia, si verifica la presenza di calcificazioni coronariche ampie, queste oggi possono essere trattate in un numero sempre maggiore di pazienti con la litotrissia intravascolare, restituendo elasticità ai vasi e riducendo il rischio di infarti e insufficienza cardiaca”.
La litotrissia intravascolare è una tecnica che utilizza le onde d’urto degli …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | infarto, ultrasuoni, calcio,

L’alopecia da Covid

Un terzo dei pazienti subisce una significativa perdita di capelli

Capelli_2310.jpg

Tra i tanti problemi causati dal Covid-19 ce n’è uno che, nelle fasi acute della malattia, quando si è tutti presi dalle complicanze respiratorie o di altra natura, può passare inosservato. Sta però emergendo chiaramente che il Covid-19 dà molto spesso problemi di perdita di capelli, addirittura una persona su tre di quelle che hanno contratto il virus presenta una perdita di capelli e soffre di una forma più o meno grave di alopecia, a distanza di due–tre mesi dall’infezione.
Il Covid può provocare un massivo rilascio di citochine proinfiammatorie, che induce non solo una cospicua caduta di capelli (telogen effluvium), ma anche un’infiammazione che, in alcuni casi, può portare ad una fibrosi del cuoio capelluto. A questo va sommato, come importante causa di perdita di capelli, lo stress causato dal cambiamento delle abitudini di vita, la paura di ammalarsi, l’isolamento, magari anche la …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, capelli, alopecia,

Covid, un antinfiammatorio dimezza il rischio di morte

Efficace nei pazienti con malattia grave nell’anno successivo alla guarigione

Varie_7787.jpg

I pazienti che hanno sofferto una forma grave di Covid-19 mostrano un rischio di morte per ogni causa più alto del doppio nell’anno successivo alla guarigione. Per abbattere questo rischio, però, possono assumere un farmaco ad azione antinfiammatoria, ad esempio un cortisonico.
Lo afferma uno studio pubblicato su Frontiers in Medicine da un team dell’Università della Florida.
Nello studio i ricercatori hanno dimostrato che in un gruppo di 1.207 pazienti ricoverati per Covid, quelli con i livelli più alti di proteina C reattiva durante il ricovero mostravano un rischio di morire del 61% maggiore rispetto a pazienti con valori bassi dello stesso parametro.
L’ipotesi degli scienziati è che il livello elevato di infiammazione raggiunto durante il ricovero continui a produrre i suoi effetti sull’organismo anche a distanza di tempo dalla guarigione, aumentando così il rischio di morte …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, morte, infiammazione,

Hpv, vaccino protettivo anche con una sola dose

L’efficacia è simile a quella dimostrata da tre dosi

Tumore utero_8037.jpg

Uno studio apparso su NEJM Evidence segnala l’efficacia della dose singola di vaccino Hpv, protettiva quanto le tre dosi previste dai protocolli secondo le conclusioni del team di ricerca coordinato da Ruanne Barnabas del Massachussets General Hospital di Boston.
Lo studio ha coinvolto 2.275 donne in Kenya, con età compresa fra 15 e 20 anni, sessualmente attive, Hiv-negative e mai vaccinate prima contro l’Hpv. Le donne sono state randomizzate a 3 bracci di trattamento. 760 di loro hanno ricevuto un vaccino bivalente che copriva 2 ceppi di Hpv (16/18), 758 hanno ricevuto un vaccino che copriva sette ceppi di HPV (16/18/31/ 33/45/52/58), e 757 hanno ricevuto un vaccino protettivo contro la meningite meningococcica.
Dopo 18 mesi, il vaccino bivalente era efficace al 97,5% contro HPV 16/18, e il vaccino eptavalente era efficace all’89% contro l’HPV 16/18/31/33/45/52/58. Anche se le donne …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Hpv, vaccino, ceppo,

Curva ancora in discesa, calano i ricoveri

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 17.155.
I decessi sono 84, portando il totale a 164.573.
I tamponi sono 126.559, per un tasso di positività del 13,5%, in calo rispetto al 15,1% di ieri.
I ricoverati sono 8.735 (-80), mentre le terapie intensive salgono a 363 (+7), con 27 nuovi ingressi.
Scende l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 559 ogni 100.000 abitanti, contro 699 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Stabile l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 13-26 aprile 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,96.
I vaccinati sono 48.611.043, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.386.525, il 37,9% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state somministrate oltre …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Le lesioni dei nervi periferici

Diagnosi precoce e approccio multidisciplinare per tornare a utilizzare gli arti

Varie_7758.jpg

Consentono al nostro corpo di muovere gli arti superiori e inferiori, ci fanno percepire attraverso la pelle gli impulsi sensoriali (caldo, freddo, dolore): sono i nervi, strutture importantissime che permettono la connessione tra il cervello e il midollo spinale e i muscoli e la cute.
La lesione dei nervi può quindi causare la paralisi degli arti oppure la perdita di sensibilità, conseguenze che impattano fortemente sulla qualità della vita dei pazienti, dai bambini appena nati sino agli anziani. Come spiega il dott. Pierluigi Tos, Direttore della Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ricostruttiva dell’ASST Gaetano Pini-CTO, questo tipo di lesioni, nella maggior parte dei casi, sono di tipo traumatico (incidenti stradali, domestici, sul lavoro o legati a procedure chirurgiche); in moltissimi casi sono lesioni compressive che interessano i canali osteofibrosi (per esempio nella …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | lesioni, nervi, chirurgia,

Decessi stabili, cala il tasso di positività

Ora è il momento di essere responsabili, non è liberi tutti

Varie_14317.jpg

I nuovi casi sono 47.039.
I decessi sono 152, portando il totale a 164.041.
I tamponi sono 335.275, per un tasso di positività del 14%, in calo rispetto al 15,1% di ieri.
I ricoverati sono 9.619 (-76), mentre le terapie intensive salgono a 371 (+5), con 42 nuovi ingressi.
Scende lievemente l’incidenza settimanale dei casi di Covid-19 a livello nazionale: 675 ogni 100.000 abitanti, contro 717 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Scende anche l’indice di trasmissione Rt: nel periodo 15-21 aprile 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,96.
I vaccinati sono 48.594.181, il 90,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre il 91,4% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 39 milioni di persone hanno ricevuto la terza dose.
I bambini immunizzati con la prima dose sono al momento 1.382.985, il 37,8% della fascia 5-11 anni.
In totale, sono state …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,