I neonati esposti al fumo dormono meno da grandi

Alterazioni del sonno legate all’esposizione passiva al fumo

Neonati_1546.jpg

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Bologna ha dimostrato, su modelli murini, che l’esposizione prenatale alla nicotina e ai suoi derivati è in grado di produrre alterazioni a lungo termine del sonno e della responsività allo stress di specifiche regioni cerebrali. La ricerca è stata pubblicata su Scientific Reports, rivista del gruppo Nature.
“I risultati di questo studio evidenziano come il sonno dell’adulto possa essere modulato da eventi che occorrono nel primissimo periodo della vita”, spiega Giovanna Zoccoli, professoressa al Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Università di Bologna, che ha coordinato la ricerca. “Questi dati sottolineano quindi la grande importanza del controllo delle condizioni ambientali durante la gravidanza, non solo per la salute della donna ma anche per quella a lungo termine della prole”.
Lo studio, condotto su topi, …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | neonati, fumo, sonno,

Arriva la neve, un colpo al cuore

Temperature basse e fatica fisica mettono a dura prova le coronarie

Infarto_252.jpg

Uno sforzo fisico intenso con il freddo potrebbe essere fatale. Già di per sé il freddo non è amico del cuore perché causa vasocostrizione, cioè il restringimento dei vasi sanguigni che portano il sangue a cuore e cervello, con conseguente aumento della pressione arteriosa.
Se poi svolgiamo un’attività intensa come spalare la neve, allora il rischio sale. A ricordarlo sono gli esperti dell’American Heart Association coordinati da Barry Franklin dell’Università di Oakland, che hanno realizzato un documento sui possibili rischi legati all’attività fisica invernale.
Lo sforzo fisico, unito al freddo, può provocare una carenza improvvisa di sangue e ossigeno, con conseguente rischio di infarto. Quando si spala la neve, i battiti cardiaci e la pressione aumentano pericolosamente, arrivando a livelli riscontrabili durante una prova da sforzo sul tapis roulant. Situazione pericolosa …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cuore, neve, freddo,

Tasso al 15 per cento, oltre 1.300 in terapia intensiva

L’Italia nel pieno della quarta ondata

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di contagio da Sars-CoV-2 sono 68.052. Il totale delle persone infettate è così di 6.396.110.
L’Rt nazionale è stabile a 1,18, mentre l’incidenza dei casi aumenta a 783 casi per 100.000 abitanti.
Sono stati effettuati 445.321 tamponi, il che produce un tasso di positività del 15,3%, in calo rispetto al 22% di ieri.
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 140 decessi, cifra che porta il totale a 137.786 vittime da inizio pandemia. Da sottolineare il fatto che il 3 gennaio del 2020 i morti furono 347.
Il totale dei ricoverati è di 12.333 per effetto di un aumento di 577 posti nella giornata di ieri. Le terapie intensive salgono a 1.352 (+32), con 103 nuovi ingressi in rianimazione.
I vaccinati sono 46.397.916, l’85,9% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre l’89% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 19 milioni di persone hanno già ricevuto la terza dose.
I …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

50.000 contagi, ma la curva dei ricoveri sale lentamente

L’Italia nel pieno della quarta ondata

Varie_14317.jpg

La variante Omicron è al 28,2% in Italia. Solo pochi giorni fa era stimata attorno all’1%. Una crescita esponenziale che fa volare i contagi. I nuovi casi di contagio da Sars-CoV-2 sono infatti 50.599. Il totale delle persone infettate è così di 5.567.644, 460.674 delle quali sono attualmente positive.
L’Rt nazionale è stabile a 1,13, mentre l’incidenza dei casi aumenta a 351 casi per 100.000 abitanti.
Sono stati effettuati 929.775 tamponi, il che produce un tasso di positività del 5,4%, in rialzo rispetto al 4,9% di ieri.
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 141 decessi, cifra che porta il totale a 136.386 vittime da inizio pandemia. Da sottolineare il fatto che il 24 dicembre del 2020 i morti furono 505.
Il totale dei ricoverati è di 8.812 per effetto di un aumento di 90 posti nella giornata di ieri. Le terapie intensive salgono a 1.038 (+15), con 102 nuovi ingressi in …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Oltre 30.000 contagi, più di 1.000 terapie intensive

L’Italia nel pieno della quarta ondata

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di contagio da Sars-CoV-2 sono 30.798. Il totale delle persone infettate è così di 5.436.143, 384.144 delle quali sono attualmente positive.
L’Rt nazionale scende a 1,13, mentre l’incidenza dei casi aumenta a 241 casi per 100.000 abitanti.
Sono stati effettuati 851.865 tamponi, il che produce un tasso di positività del 3,6%, in calo rispetto al 4,8% di ieri.
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 153 decessi, cifra che porta il totale a 135.829 vittime da inizio pandemia. Da sottolineare il fatto che il 21 dicembre del 2020 i morti furono 415.
Il totale dei ricoverati è di 8.381 per effetto di un aumento di 280 posti nella giornata di ieri. Le terapie intensive salgono a 1.012 (+25), con 96 nuovi ingressi in rianimazione.
I vaccinati sono 46.118.032, l’85,4% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre l’88,6% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 15 milioni di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,

Covid, un decalogo per capire meglio

Vademecum con risposte alle più frequenti domande dei cittadini

Varie_6683.jpg

Booster, anticorpi, dose aggiuntiva, efficacia vaccinale: sono questi alcuni tra i termini ricorrenti su giornali, siti e televisione, concetti non sempre chiari ai cittadini, che – se non ben compresi – possono generare confusione e ansia in un momento in cui salgono ancora i contagi dopo un periodo in cui si intravvedeva un calo della pandemia.
“Abbiamo messo a punto un decalogo con parole semplici – afferma la dr. Laura Sciacovelli, presidente SIBIOC (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica) perché la nostra società scientifica, da sempre in prima linea nella lotta al virus, vuole spiegare ancora una volta ai cittadini la necessità della vaccinazione per uscire dalla pandemia”.
Allora ecco le domande più frequenti in un documento redatto da Sibioc a cura del Prof. Giuseppe Lippi, coordinatore del gruppo operativo sul Covid 19 di SIBIOC e della Task …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, vaccino, tampone,

Cosa c’è dietro il ricambio neuronale

Decifrato il software che regola il rinnovamento del sistema nervoso

Varie_6395.jpg

Il ricambio neuronale è fondamentale per lo sviluppo, la conservazione e il rinnovamento del nostro sistema nervoso. È finemente regolato da stimoli contrapposti, che possono sostenere la sopravvivenza dei neuroni o indurne l’apoptosi, un suicidio cellulare geneticamente programmato. La disfunzione dei meccanismi molecolari coinvolti nel ricambio neuronale è alla base di condizioni patologiche e può causare difetti dello sviluppo, tumori o malattie neurodegenerative.
“È da tempo che siamo sulle tracce dei meccanismi che governano la vita e la morte dei neuroni”, afferma Sebastiano Cavallaro, dirigente di ricerca dell’Istituto per la ricerca e l’innovazione biomedica (Cnr-Irib), responsabile del laboratorio di genomica a Catania e coordinatore della ricerca pubblicata sulla rivista Cells, “Abbiamo per la prima volta decifrato l’insieme delle istruzioni che controllano questi …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cervello, neuroni, apoptosi,

Oltre 100 morti, il tasso di positività scende

L’Italia nel pieno della quarta ondata

Varie_14317.jpg

I nuovi casi di contagio da Sars-CoV-2 sono 20.677. Il totale delle persone infettate è così di 5.258.886, 297.394 delle quali sono attualmente positive.
L’Rt nazionale scende a 1,18, mentre l’incidenza dei casi aumenta a 176 casi per 100.000 abitanti.
Sono stati effettuati 776.563 tamponi, il che produce un tasso di positività del 2,7%, in calo rispetto al 4% di ieri.
Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 120 decessi, cifra che porta il totale a 135.049 vittime da inizio pandemia. Da sottolineare il fatto che il 14 dicembre del 2020 i morti furono 491.
Il totale dei ricoverati è di 7.163 per effetto di un aumento di 212 posti nella giornata di ieri. Le terapie intensive salgono a 863 (+7), con 93 nuovi ingressi.
I vaccinati sono 45.952.064, l’85,1% dei cittadini sopra i 12 anni, mentre l’88,2% ha avuto almeno la prima dose. Oltre 12 milioni di persone hanno già ricevuto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, infezione, sintomi,