Cancro al seno, ribociclib lo cronicizza

Miglioramento sensibile del tasso di sopravvivenza

Tumore mammario_14140.jpg

Ribociclib usato insieme al letrozolo è in grado di allungare sensibilmente la sopravvivenza delle donne colpite da cancro al seno in stadio avanzato. Lo dimostrano i dati dello studio di fase III Monaleesa-2 presentati al Congresso 2021 di Esmo, la Società europea di oncologia medica.
La combinazione è stata somministrata a un gruppo particolare di donne in post-menopausa con tumore alla mammella in stadio avanzato o metastatico. I risultati indicano che dopo 5 anni le pazienti trattate mostravano il 50% di possibilità in più di sopravvivenza rispetto a quelle che assumevano solo il letrozolo.
I dati, spiega Michelino De Laurentiis, direttore direttore del Dipartimento di Oncologia Senologica e Toraco-Polmonare dell’Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli sono “molto solidi” e “confermano l’efficacia della terapia”. “Vi erano già due studi con ribociclib condotti …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | seno, tumore, ribociclib,

Cancro della prostata, nuova terapia con radioligando

L’aggiunta del trattamento riduce il rischio di peggioramento della malattia

Tumore alla prostata_14453.jpg

Sono positivi i dati sulla qualità di vita legata alla salute (HRQoL) dello studio di Fase III VISION che ha valutato 177Lu-PSMA-617, terapia mirata sperimentale con radioligando, in aggiunta allo standard di cura nel carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) rispetto al solo standard di cura. Numerosi pazienti con mCRPC lamentano disabilità fisiche e notevole dolore. I dati di valutazione della qualità di vita (HRQoL) dello studio VISION mostrano un ritardo nel peggioramento di queste manifestazioni invalidanti nel braccio con 177Lu-PSMA-617 più lo standard di cura, rispetto al solo standard di cura. Non sono stati osservati problemi di sicurezza nuovi o imprevisti, comprese le variazioni della clearance della creatinina. I risultati saranno presentati al Congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO).
L’analisi ad hoc della qualità di vita …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | prostata, tumore, radioligando,

Il cibo che protegge il cuore e quello che lo danneggia

Attenzione ai nemici nascosti della salute

Alimentazione_14492.jpg

L’alimentazione che per tanti anni è stata un po’ snobbata dalla medicina, intesa come terapia farmacologica, è stata ormai pienamente riscoperta dalla scienza come il miglior mezzo per la prevenzione delle patologie cardiovascolari e oncologiche. L’alimentazione corretta da sola infatti riesce a limitare l’insorgenza di un gran numero di patologie e questo soprattutto se si sposa con l’altro pilastro della prevenzione, l’attività fisica. Conoscere gli alimenti amici e i nemici della salute è solo il primo passo perché spesso, nella trafelata vita quotidiana, si ricorre a prodotti confezionati che possono nascondere delle insidie occulte (troppo sale e zuccheri semplici, grassi saturi e trans). Per questo è buona abitudine imparare a leggere con attenzione le etichette alimentari.
“Il cibo – spiega la dottoressa Anna Villarini, biologa nutrizionista, professoressa a contratto …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | cuore, cibo, salute,

Coronavirus: meno adulti vaccinati, più bambini a rischio

Tassi di ospedalizzazione più alti dove si vaccina di meno

Varie_2275.jpg

A tassi di vaccinazione più bassi fra gli adulti corrisponde un rischio più elevato di ospedalizzazione per Covid fra i bambini. A segnalare il rapporto sono i Centers for Disease Control and Prevention, secondo cui tra fine giugno e metà agosto – in concomitanza con l’arrivo della variante Delta – i tassi di ospedalizzazione dei bambini negli Stati dove si è vaccinato meno sono quasi 4 volte maggiori rispetto a quanto accade negli Stati dove si vaccina di più.
La ricerca ha analizzato i casi di Covid, le visite al pronto soccorso con diagnosi Covid e i relativi ricoveri ospedalieri nelle fasce di età 0-4 anni, 5-11 anni e 12-17 anni, dal 1 agosto dello scorso anno (2020) al 27 agosto di quest’anno (2021). La Delta è diventata prevalente in Usa da fine giugno 2021.
I diversi Stati sono stati divisi in 4 gruppi: quelli che hanno vaccinato di più (highest), quelli che hanno vaccinato un …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | vaccino, Covid, bambini,

Covid, vaccino meno efficace dopo 6 mesi

Studio conferma la riduzione progressiva dell’efficacia

Varie_6773.jpg

L’efficacia nella prevenzione delle infezioni da parte dei vaccini a mRna cala progressivamente nel corso dei primi 6 mesi. La conferma arriva da uno studio pubblicato su New England Journal of Medicine da un team dell’Università di San Diego.
L’efficacia ha stabilito la riduzione dell’efficacia dal 90 al 65,5% da marzo a luglio. La ricerca sottolinea l’aumento delle infezioni anche in chi era completamente vaccinato soprattutto a partire da giugno, in corrispondenza con la diffusione della variante Delta e la fine dell’obbligo di indossare le mascherine.
Dal 1 marzo al 31 luglio un totale di 227 operatori sanitari dell’ospedale è risultato positivo a Sars-CoV-2; 130 dei 227 dipendenti (57,3%) erano completamente vaccinati. I sintomi si sono manifestati in 109 dei 130 lavoratori completamente vaccinati (83,8%) e in 80 dei 90 non vaccinati (88,99%). Non sono stati segnalati decessi in …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | vaccino, Pfizer, contagio,

Nuovo trattamento chirurgico per le lesioni della caviglia

Approccio personalizzato per ripristinare la cartilagine

Varie_4946.jpg

Nei pazienti giovani le lesioni osteocondrali della caviglia, cioè quelle lesioni che interessano la cartilagine articolare e l’osso sottostante (generalmente conseguenti a traumi), vengono spesso trattate in maniera “biologica”, ovvero ricorrendo alla rigenerazione del tessuto danneggiato mediante l’utilizzo di trapianti di cellule staminali del paziente.
Questa opzione, però, è valida in pazienti di giovane età e con dimensioni della lesione limitate. Al crescere dell’età, in caso di lesioni eccessivamente ampie e profonde o in caso di fallimenti di trattamenti chirurgici, l’intervento ricostruttivo cartilagineo biologico non risulta più efficace.
Nei pazienti anziani, invece, si ricorre alla sostituzione protesica totale dell’articolazione della caviglia. Tra questi due gruppi di pazienti con fasce di età così diverse, si colloca una “zona grigia” di persone per cui la …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | caviglia, cartilagine, chirurgia,

Parkinson, scoperti nuovi geni coinvolti

Studio sul genoma svela il ruolo di 11 geni

Parkinson_5359.jpg

Uno studio del genoma di 845 persone ha rilevato il ruolo di 11 nuovi geni come fattori di rischio per lo sviluppo della Malattia di Parkinson. La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Frontiers in Genetics da scienziati del Santa Lucia IRCCS di Roma in collaborazione con Università di Tor Vergata, Sapienza e IRCCS Neuromed, apre a nuove possibilità terapeutiche nell’ambito della medicina di precisione e all’analisi della predisposizione individuale a sviluppare la malattia di Parkinson.
Il DNA umano è composto di circa 20.000 geni nei quali sono scritte le caratteristiche della persona e la predisposizione, in concomitanza con fattori ambientali e di stile di vita, a sviluppare determinate malattie.
La relazione tra la predisposizione genetica e lo sviluppo della malattia di Parkinson è oggetto di studi da circa 20 anni e, fino ad ora, sono stati trovati 90 geni associati alla …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Parkinson, geni, genoma,

Fiore di Bach Scleranthus: per gli eterni indecisi

Il fiore di Bach Scleranthus è ottenuto dal fiore secco, un nome particolare come il suo aspetto. Dall’aspetto è filiforme, duro, di un colore verde sbiadito e si nasconde tra le foglie. In pratica questo fiore appartenente alla famiglia delle Cariofillacee viene considerato di solito un’erbaccia. Venne scoperto da Edward Bach all’interno di un campo di stoppe. […]

L’articolo Fiore di Bach Scleranthus: per gli eterni indecisi proviene da Vivere in Benessere.

Covid, nuovo anticorpo efficace anche contro le varianti

Altamente protettivo anche a basse dosi

Varie_4866.jpg

Un nuovo anticorpo sembra efficace anche contro le varianti di Covid che si sono presentate negli ultimi mesi. Lo rivela uno studio pubblicato su Immunity da un team della Washington University School of Medicine di St. Louis.
L’anticorpo risulta “altamente protettivo a basse dosi contro un’ampia gamma di varianti virali”.
“Man mano che la pandemia continua, inevitabilmente sorgeranno più varianti e il problema della resistenza non farà che aumentare”, è la premessa su cui poggia la ricerca americana.
“Gli anticorpi attuali possono funzionare contro alcune ma non tutte le varianti”, ha affermato l’autore senior del lavoro, Michael S. Diamond. “Il virus continuerà probabilmente a evolversi. Avere anticorpi ampiamente neutralizzanti ed efficaci che funzionano individualmente e possono essere accoppiati per creare nuove combinazioni probabilmente preverrà la resistenza”.
I …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Covid, anticorpo, varianti,