Fiore di Bach Star of Bethlehem, per chi ha vissuto un trauma

Il fiore di Bach Star of Bethelehem viene utilizzato in caso di trauma recente o antico, quando per esempio non sono ancora state elaborate le conseguenze. Dopo un trauma infatti la ferita resta aperta a lungo e spesso ci sono disturbi psicosomatici a dimostrarlo. Questo fiore di Edward Bach perciò è suggerito a tutti voi […]

L’articolo Fiore di Bach Star of Bethlehem, per chi ha vissuto un trauma proviene da Vivere in Benessere.

Appendicite, meglio antibiotici endovenosi e orali

Il trattamento è più efficace rispetto ai soli antibiotici orali

Varie_9473.jpg

Il trattamento con antibiotici endovenosi seguiti da antibiotici orali si è rivelato più efficace di quello con soli antibiotici orali.

Lo dimostra uno studio pubblicato su Jama da un team della Turku University, in Finlandia, diretto da Suvi Sippola, che spiega:

«Gli antibiotici sono un’alternativa efficace e sicura all’appendicectomia per la gestione dell’appendicite acuta non complicata, ma non sappiamo bene quale sia il regime antibiotico ottimale».

Il trattamento a base di antibiotici endovenosi seguiti da antibiotici orali (ertapenem + levofloxacina-metronidazolo) è risultato superiore a quello con soli antibiotici orali (moxifloxacina). Entrambi hanno comunque un tasso di efficacia superiore al 65%.

Scendono i ricoveri. 5 italiani su 100 vaccinati

Ormai nel pieno della seconda ondata. Rimanete a casa, è ora di capirlo

Varie_14317.jpg

Sono 10.386 i nuovi casi di contagio accertati nelle ultime 24 ore, mentre i tamponi sono 274.019, di conseguenza il tasso di positività è del 3,8%. I morti sono 336 in un giorno, per un totale di 94.171 vittime da inizio pandemia. I ricoveri totali sono 18.463, 52 meno di ieri, mentre le terapie intensive scendono di 15, arrivando a 2.074.

Sono 3.108.400 le somministrazioni di vaccini effettuate finora. Il 5% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid e 1.294.352 persone hanno completato il loro percorso vaccinale. L’Rt nazionale torna a sfiorare 1, fermandosi a 0,95 nell’ultima rilevazione.

Dal 17 gennaio è in vigore il nuovo Dpcm che suddivide di nuovo in 3 fasce le regioni italiane, a seconda del livello di diffusione del contagio. C’è tuttavia una stretta sui parametri che portano a un aggravamento delle restrizioni.

Come funziona l’app anti-Covid inglese

Quasi 2 milioni di persone poste in isolamento per fermare il contagio

Varie_6560.jpg

Oltre 1 milione e 700mila persone in Inghilterra e Galles hanno ricevuto una notifica di isolamento dall’app NHS Covid-19, in sostanza la versione inglese di Immuni. La differenza sta nei numeri: quelli dell’app inglese sono molto più alti e hanno permesso di spezzare la catena del contagio in molte occasioni.

Le app di tracciamento sono infatti il modo più veloce per avvisare i cittadini che potrebbero essere a rischio di contrarre il virus. Entro 15 minuti dal momento in cui un utente inserisce la propria positività nel sistema, l’app invia una notifica a tutte le persone entrate in contatto con il soggetto.

Sono oltre 21 milioni le persone che hanno scaricato l’app, il 56% della popolazione sopra i 16 anni con uno smartphone. Si tratta della seconda app scaricata nell’App Store di Apple nel 2020.

Coronavirus, mutazione scoperta su una bambina

Scienziati italiani individuano la mutazione N439K

Varie_9846.jpg

Il virus Sars-Cov-2 si sta evolvendo per cercare di superare la risposta degli anticorpi e sta cominciando a circolare più diffusamente anche nei bambini.

Lo certifica uno studio condotto dai ricercatori dell’Università degli Studi di Trieste e Irccs “Burlo Garofolo” di Trieste in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano che ha permesso di identificare il primo caso pediatrico della mutazione “N439K” in una bambina di Trieste che presentava una elevata carica virale.

Le varianti geniche di Sars-Cov-2 diffuse in tutta Europa, Italia compresa, rappresentano un problema di sanità pubblica con importante impatto sui sistemi di prevenzione primaria e sul controllo dei sistemi di sorveglianza epidemiologica nella popolazione generale e nei sistemi sanitari.

Diabete, gli SGLT2 proteggono il cuore

Mostrano un effetto diretto a livello cardiovascolare

Diabete_11960.jpg

I nuovi farmaci per la cura del diabete di tipo 2, gli antagonisti del cotrasportatore sodio-glucosio 2 (SGLT2), agiscono a livello del tubulo renale riducendo il riassorbimento di glucosio e sodio con conseguente aumentata escrezione di zucchero con le urine. Già dopo i primi trials clinici ci si è accorti che l’efficacia andava oltre il controllo metabolico, verosimilmente grazie ad un effetto diretto a livello cardiovascolare.

Lo studio condotto dai gruppi di lavoro delle università romane Tor Vergata e Cattolica, guidati rispettivamente dal Prof. Manfredi Tesauro, endocrinologo, professore di Medicina Interna presso l’Università di Tor Vergata, e dal Prof. Carmine Cardillo, professore di Medicina Interna presso l’Università Cattolica.

Vaccino anti-Hpv, forse sufficiente una dose

I dati indicano che basta per prevenire il rischio della malattia

Varie_9574.jpg

Basta una sola dose di vaccino contro il papilloma virus umano (Hpv) per prevenire il rischio di malattia cervicale pre-invasiva. A dirlo è uno studio retrospettivo pubblicato su Cancer e firmato da Ana M. Rodriguez e colleghi della University of Texas Medical Branch di Galveston.

Lo studio è arrivato alla conclusione analizzando i dati di quasi 134.000 donne fra i 9 e i 26 anni, nella metà dei casi vaccinate contro l’Hpv con almeno una dose del vaccino quadrivalente (4vHPV) fra il 2006 e il 2015.

L’effetto protettivo del vaccino si è manifestato nelle volontarie fra i 15 e i 19 anni. L’hazard ratio aggiustato per malattia cervicale pre-invasiva è stato pari a 0,64, 0,72 e 0,66 per le ragazze vaccinate rispettivamente con 1, 2, o 3 dosi.

Rifamicina per la sindrome dell’intestino irritabile

Indicata nei pazienti con diarrea predominante

Colite_7562.jpg

Completata con successo la fase II di sperimentazione su rifamicina, farmaco sviluppato da Cosmo Pharmaceuticals.

Studiata per rimediare agli effetti debilitanti dell’IBS-D, Rifamycin SV-MMX viene fornita a una dose di 600 mg e con diverse caratteristiche di rilascio in Aemcolo. Aemcolo è approvato per la diarrea dei viaggiatori causata da ceppi non invasivi di Escherichia coli (E. coli) negli adulti.