Biomarcatori per il cancro della vescica

Nell’urina alcuni valori suggeriscono la presenza del tumore

Tumore alla vescica_4222.jpg

Il cancro della vescica potrebbe essere diagnosticato grazie alla presenza di alcuni biomarcatori nelle urine. Per l’esattezza, lo studio pubblicato dai ricercatori della University of Houston su Oncotarget rivela l’efficacia diagnostica dei valori di IL-1á, IL-1ra e IL-8.

«I biomarcatori urinari potrebbero potenzialmente fornire una conferma preliminare di cancro della vescica di basso grado prima che vengano eseguite procedure invasive e facilitare la sorveglianza di tale malattia», spiega Chandra Mohan, autrice senior del lavoro.

La ricerca ha analizzato i campioni di urina di 66 soggetti, 35 dei quali affetti da cancro alla vescica, mentre gli altri 31 rappresentavano il campione di controllo.

Gli scienziati si sono serviti di una piattaforma di screening basata su Luminex con un pannello di citochine/chemochine che valutava simultaneamente 16 biomarcatori urinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *