Cancro al fegato, atezolizumab migliora la sopravvivenza

In combinazione con bevacizumab

Tumore al fegato_5682.jpg

Sono positivi i risultati di uno studio di Roche sull’efficacia della combinazione atezolizumab/bevacizumab per il trattamento del tumore del fegato.

I dati mostrano miglioramenti statisticamente e clinicamente significativi in termini di sopravvivenza globale (OS) e di sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a sorafenib in pazienti con carcinoma epatocellulare non resecabile (HCC) che non hanno ricevuto una precedente terapia sistemica.

Secondo quanto emerge dai risultati dello studio, atezolizumab in associazione con bevacizumab ha ridotto il rischio di morte (OS) del 42% e il rischio di peggioramento della malattia o morte (PFS) del 41%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.