Cancro al polmone, nuova associazione efficace

Rischio di peggioramento della malattia dimezzato

Tumore al polmone_4424.jpg

Una nuova analisi dimostra i vantaggi offerti da una terapia a base di atezolizumab associato a bevacizumab e chemioterapia (carboplatino e paclitaxel) rispetto all’associazione di bevacizumab e chemioterapia, in caso di cancro del polmone.

La casa farmaceutica Roche ha annunciato i dettagli dello studio di fase III IMpower150 nel corso del congresso dell’Asco.

L’analisi, condotta su pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) non squamoso metastatico, che presentavano metastasi epatiche al basale, non precedentemente trattati con chemioterapia, ha dimostrato un vantaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *