Cancro al seno, abemaciclib abbatte le recidive

Un terzo in meno in combinazione con la terapia endocrina

Tumore mammario_14264.jpg

Una nuova molecola – abemaciclib – sembra in grado di ridurre del 30% la probabilità di recidiva in caso di cancro al seno. L’efficacia è attestata in combinazione con la terapia endocrina standard.
A evidenziare l’importante risultato è lo studio MonarchE presentato al congresso Esmo e pubblicato su Annals of Oncology.
L’effetto del farmaco si traduce in un miglioramento a 3 anni del 5,4% del tasso di sopravvivenza libera da malattia invasiva, comparsa di nuovo tumore o decesso. Nei pazienti trattati con abemaciclib ed endocrinoterapia è 88% a fronte dell’83% delle pazienti trattate con la sola endocrinoterapia.
L’aggiunta di abemaciclib alla terapia endocrina produce anche una riduzione del 31,3% del rischio di malattia metastatica, e i benefici tendono a mantenersi anche oltre i 2 anni previsti del trattamento.
“Questi dati confermano il beneficio clinico della combinazione di …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | tumore, seno, abemaciclib,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *