Cancro del colon, Sars-Cov-2 può far aumentare i casi

I ritardi dovuti al lockdown possono incrementare i casi più gravi

Colon_8435.jpg

Il cancro del colon retto rappresenta una delle cause principali di cancro nel nostro Paese. Secondo i dati Aiom-Airtum, nel 2018 in Italia sono stati diagnosticati circa 28.800 nuovi casi di colon retto negli uomini e 22.500 nelle donne.

L’implementazione degli esami di screening attraverso il test del sangue occulto fecale ha dimostrato di essere in grado di ridurre l’incidenza e la mortalità nelle popolazioni controllate, con età compresa tra 50 e 69 anni. L’epidemia da coronavirus rischia però di rallentare gli importanti risultati sinora ottenuti.

A lanciare l’allarme è la Società italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva (Sige) in occasione della pubblicazione di uno studio recentemente condotto dall’Università di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.