Coronavirus, l’antivirale molnupiravir funziona

il farmaco dimezza il rischio di ospedalizzazione

Varie_14400.jpg

Presto potrebbe essere disponibile un nuovo antivirale per il contrasto di Sars-CoV-2. La casa farmaceutica Merck & Co ha infatti interrotto uno studio clinico di fase 3 dopo che i primi risultati relativi a molnupiravir hanno mostrato un dimezzamento del rischio di ospedalizzazione e morte per Covid.
Nello specifico, il 7,3% dei pazienti che hanno assunto l’antivirale è stato ricoverato o contro il 14,1% del gruppo di controllo. Inoltre, nessuno dei partecipanti che aveva assunto molnupiravir era morto durante i primi 29 giorni di studio rispetto agli 8 pazienti deceduti che avevano assunto placebo oltre alle terapie standard.
«È il primo antivirale orale in ambito ambulatoriale a mostrare un beneficio», ha commentato Nick Kartsonis, vicepresidente senior della ricerca clinica alla Merck.
Molnupiravir è stato studiato in pazienti risultati positivi al Covid entro i primi cinque …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | molnupiravir, coronavirus, antivirale,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *