Coronavirus, possibile protezione da parte dei cortisonici

Allergici e asmatici colpiti in misura inferiore dall’infezione

Polmonite_5326.jpg

Chi soffre di allergia o di asma sembrerebbe avere un rischio minore di contrarre l’infezione da Covid-19. È quanto emerge da uno studio preliminare condotto dalla Società italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC) insieme all’Università di Verona, all’Università di Padova e all’Ospedale Poliambulanza di Brescia.

Pubblicheremo i dati proprio a giorni – anticipa all’agenzia Dire Gianenrico Senna, presidente della SIAAIC e direttore dell’unità operativa di Allergologia dell’azienda ospedaliero-universitaria di Verona – si tratta ancora di risultati preliminari, ma per ora quello che ci suggeriscono è che allergici e asmatici molto raramente sono colpiti da Sars-Cov-2. Nelle nostre corsie, per esempio, la frequenza di asmatici con infezione da coronavirus è compresa in una percentuale che va dal 2% al 3%, mentre nella popolazione generale è del 6%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.