Coronavirus, test in stile drive-through di McDonalds

Più veloci e sicuri per gli operatori sanitari

Varie_14327.jpg

In Corea del Sud, il secondo paese al mondo per numero di infettati dopo la Cina, si sta sperimentando con successo un nuovo sistema per il test dei soggetti che si sospetta siano contagiati dal nuovo coronavirus.

La particolarità è che il sistema è ispirato al drive-through di McDonalds e di altri marchi che distribuiscono cibo da asporto senza bisogno che il cliente esca dalla macchina.

A Goyang, città nel nord del paese, chi guida arriva in un parcheggio dove viene accolto dagli operatori sanitari che indossano tute protettive. Gli automobilisti si fermano in diversi punti del parcheggio dove infermieri con indumenti protettivi in plastica, mascherina e occhialini li registrano, controllano la temperatura corporea e si servono di tamponi per prelevare campioni dalla gola e dal naso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.