Coronavirus, uffici a rischio nella fase II

I flussi d’aria pericolosi per il possibile contagio

Varie_14346.jpg

Il primo timido tentativo di ritornare alla normalità potrebbe scontrarsi a breve con le difficoltà imposte dalle caratteristiche intrinseche del coronavirus.

Uno studio del Korea Centers for Disease Control and Prevention (KCDC) rivela che l’aria all’interno degli uffici dove per tante ore rimangono gli impiegati costituisce serio motivo di preoccupazione. Gli esperti del KCDC pubblicheranno a breve uno studio sul caso di un call center situato in un edificio di Seul.

L’articolo mostra l’evoluzione di un focolaio scoppiato nel call center fra il settimo e l’undicesimo piano di un palazzo di 19 piani complessivi. L’8 marzo viene scoperto il primo caso di positività a Sars-Cov-2, il giorno dopo gli uffici vengono chiusi e partono le indagini epidemiologiche allo scopo di spezzare la catena di contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.