Cos’è l’indice Rt e come va interpretato

Come il parametro è utile per capire la diffusione della malattia

Varie_1683.jpg

Da qualche mese abbiamo preso confidenza con alcuni parametri tecnici che virologi ed epidemiologi utilizzano per capire la tendenza di un’epidemia. In particolare, l’attenzione di tutti è concentrata sul valore Rt, che descrive il tasso di contagiosità dopo l’applicazione delle misure atte a contenere il diffondersi della malattia.

Sono tante le domande e i dubbi che molti pongono agli scienziati. Eccone alcuni fra i più comuni:

Perché l’Rt Nazionale non sempre cresce sopra 1 se i casi aumentano? Come interpretare l’Rt nella fase di transizione epidemica di Covid-19 in Italia?

Nelle ultime 5 settimane in Italia si è assistito ad un aumento nell’incidenza dei casi di COVID-19 mentre l’indice di trasmissione nazionale (Rt) calcolato sui casi sintomatici non sempre ha superato il valore medio di 1 nello stesso periodo, tranne nell’ultima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *