Covid, nuova terapia per la perdita dell’olfatto

Dopo la guarigione un paziente su dieci continua a non sentire odori e sapori

Varie_7920.jpg

Molti pazienti affetti da Covid-19 sperimentano la perdita dell’olfatto e del gusto. Anosmia e iposmia (perdita dell’olfatto totale o parziale) e ageusia (perdita del gusto) incidono in maniera decisiva sulla qualità di vita del paziente colpito.

Nella maggior parte dei casi, i pazienti recuperano il senso dell’olfatto nel giro di qualche giorno o settimana. Le stime indicano che il 90% dei pazienti Covid ha recuperato l’olfatto entro un mese.

Uno studio pubblicato su Jama Otolaryngology dal dott. Paolo Boscolo-Rizzo segnala che soltanto il 10% dei pazienti ha continuato ad accusare la perdita dell’olfatto a distanza di mesi dall’infezione. Si tratta in effetti di uno dei sintomi tipici della cosiddetta sindrome da Long Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.