Covid, Pfizer meno efficace dopo 6 mesi

Il calo riguarda però solo la capacità di prevenire il contagio

Varie_6773.jpg

Dopo 6 mesi dalla seconda dose cala l’efficacia di prevenzione del contagio, ma rimane alta quella di protezione dalle forme gravi di Covid. È il sunto di uno studio ancora in attesa di peer review sull’efficacia del vaccino di Pfizer.

A 6 mesi dalla seconda dose, infatti, l’efficacia nel prevenire il contagio cala dal 96 all’83,7%, mentre per le forme gravi di Covid rimane altissima, al 97%.

I numeri mostrano un calo progressivo dell’efficacia contro Covid sintomatico di circa il 6% ogni 2 mesi. Il campione è formato da 42mila volontari di 6 paesi che hanno partecipato a una sperimentazione organizzata da Pfizer e BioNTech.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *