Covid, vaccino meno efficace dopo 6 mesi

Studio conferma la riduzione progressiva dell’efficacia

Varie_6773.jpg

L’efficacia nella prevenzione delle infezioni da parte dei vaccini a mRna cala progressivamente nel corso dei primi 6 mesi. La conferma arriva da uno studio pubblicato su New England Journal of Medicine da un team dell’Università di San Diego.
L’efficacia ha stabilito la riduzione dell’efficacia dal 90 al 65,5% da marzo a luglio. La ricerca sottolinea l’aumento delle infezioni anche in chi era completamente vaccinato soprattutto a partire da giugno, in corrispondenza con la diffusione della variante Delta e la fine dell’obbligo di indossare le mascherine.
Dal 1 marzo al 31 luglio un totale di 227 operatori sanitari dell’ospedale è risultato positivo a Sars-CoV-2; 130 dei 227 dipendenti (57,3%) erano completamente vaccinati. I sintomi si sono manifestati in 109 dei 130 lavoratori completamente vaccinati (83,8%) e in 80 dei 90 non vaccinati (88,99%). Non sono stati segnalati decessi in …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | vaccino, Pfizer, contagio,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *