Diabete di tipo 2, nuova possibile terapia

Trattamento basato sull’inibizione della GABA transaminasi epatica

Diabete_2148.jpg

Una nuova ricerca pubblicata su Cell Reports suggerisce la possibile messa a punto di una terapia inedita per il diabete di tipo 2.

Lo studio è firmato da Benjamin Renquist, docente al College of Agriculture and Life Sciences dell’Università dell’Arizona, che ha lavorato in collaborazione con la Washington University di St. Louis, l’Università della Pennsylvania e la Northwestern University di Chicago.

Spiega Renquist: «L’obesità è una causa nota di diabete tipo 2 e sappiamo da tempo che negli obesi il grasso nel fegato aumenta. E man mano che la steatosi epatica avanza aumenta l’incidenza del diabete».

Rimane però oscuro il modo in cui la steatosi epatica riesca a innescare resistenza periferica all’insulina o causarne l’eccessiva secrezione pancreatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *