Diabete e ipoglicemia, i benefici del monitoraggio continuo

Migliora la consapevolezza e riduce la gravità dell’ipoglicemia

Diabete_3208.jpg

I pazienti affetti da diabete di tipo 1 rischiano spesso episodi di ipoglicemia. Per scongiurarli pare efficace il monitoraggio glicemico continuo (CGM) in tempo reale, secondo uno studio apparso sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Micheal Rickels, ricercatore presso l’Università della Pennsylvania di Philadelphia e coordinatore dello studio, spiega: «Questa popolazione di pazienti è a rischio aumentato di ipoglicemia grave a causa di difetti negli ormoni convolti nella controregolazione glicemica e nel riconoscimento dei sintomi stessi dell’ipoglicemia, in parte mediati dall’esposizione prolungata all’ipoglicemia».

Gli scienziati hanno verificato la possibilità che l’utilizzo del CGM possa migliorare la consapevolezza dei pazienti e la controregolazione glicemica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *