Ematidrosi, quando il sangue esce senza motivo

Perdite ematiche in assenza di ferite, il caso di una ragazza italiana

Varie_9219.jpg

Ci sono casi in cui si può perdere sangue senza alcun motivo apparente. È quanto succede periodicamente a una ragazza di Firenze di 21 anni, entrata nella letteratura scientifica in quanto uno dei rarissimi casi di ematidrosi al mondo.
Si chiama così il disturbo che porta all’improvviso a sanguinare senza motivo dal volto e dalle mani.
Il caso è stato diagnosticato dal Centro di malattie rare dermatologiche di Firenze guidato da Marzia Caproni, che ha firmato sul Canadian Medical Association Journal un articolo che ne descrive i dettagli.
Le emorragie durano dai 3 ai 5 minuti, causando stress emotivo e sintomi depressivi nella ragazza, come spiega la dott.ssa Caproni: «Si era isolata dal punto vista sociale a causa dell’imbarazzo per i sanguinamenti e ha quindi avuto importanti problemi depressivi e crisi di panico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.