Emicizumab per l’emofilia A

Meno sanguinamenti grazie al farmaco

Varie_13917.jpg

Sono promettenti i nuovi risultati presentati da Roche e riguardanti gli effetti del farmaco emicizumab per il trattamento dei pazienti affetti da emofilia A senza inibitori del fattore VIII.

I dati degli studi HAVEN 3 e HAVEN 4 sono stati presentati al congresso internazionale della World Federation of Hemophilia (WFH) 2018 a Glasgow, in Scozia.

La riduzione statisticamente significativa dei sanguinamenti trattati, emersa nel confronto intra-paziente dello studio HAVEN 3, dimostra come emicizumab sia il primo farmaco ad aver evidenziato un’efficacia superiore alla precedente profilassi con il fattore VIII, attualmente considerato standard di terapia – ha dichiarato il Prof. Giancarlo Castaman, direttore del Centro Malattie Emorragiche e della Coagulazione, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.