Gravidanza, il paracetamolo causa problemi comportamentali

Nei bambini esposti nel corso della gestazione

Gravidanza_5448.jpg

Meglio evitare l’assunzione di paracetamolo in gravidanza. Uno studio pubblicato su Paediatric and Perinatal Epidemiology ha collegato lo sviluppo di problemi comportamentali e del disturbo di attenzione e iperattività al consumo in gestazione del paracetamolo.

Gli scienziati dell’Università di Bristol hanno raccolto informazioni su 14mila bambini, valutandone memoria, quoziente intellettivo, temperamento ed eventuali problemi comportamentali. Il 43% delle madri ha dichiarato di aver assunto paracetamolo nel corso del primo trimestre di gravidanza. È emersa così un’associazione fra assunzione di paracetamolo in gravidanza e problemi di iperattività e attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *