I tatuaggi minacciano i linfonodi, come cancellarli

Sostanze pericolose nei pigmenti colorati

Varie_3988.jpg

“Dopo le nuove norme Ue più restrittive, sono in aumento le richieste di chi vuole rimuovere un tatuaggio, che si tratti di un nome, un simbolo, un’icona, trucco permanente o microblading, cioè il tatuaggio cosmetico che ridisegna sopracciglia, labbra e occhi”.
Lo spiega Daniele Spirito, specialista in chirurgia plastica e docente presso la Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica dell’Università di Milano, avvertendo che il tema non va affrontato con leggerezza: “I pigmenti colorati possono staccarsi dai disegni sottopelle e depositarsi nei linfonodi, sentinelle che si attivano in caso di virus, attacchi batterici e tumori. Il rischio è che una volta colorati, questi linfonodi potrebbero iniziare a dare risposte anomale e si creino infezioni e infiammazioni”.
La nuova normativa europea, entrata in vigore il 4 gennaio, “mette infatti al bando proprio gli inchiostri colorati per …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | tatuaggi, pelle, linfonodi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.