Il bisfenolo aumenta il rischio di obesità nei bambini

Sotto accusa le diverse varianti della sostanza

Varie_11349.jpg

Bisfenolo S (Bps) e bisfenolo F (Bpf) aumenterebbero il rischio di obesità nei bambini. Le due sostanze sono utilizzate dalle aziende dopo che il bisfenolo A era stato bandito per i suoi effetti sul sistema endocrino.

Secondo i ricercatori della New York University, che hanno realizzato uno studio pubblicato sul Journal of the Endocrine Society su bambini e ragazzi dai 6 ai 19 anni, la presenza nelle urine di livelli elevati di Bps e Bpf era associata a maggiori probabilità di essere obesi.

“Questa ricerca – spiega Melanie Jacobson, ricercatrice principale dello studio – suggerisce che anche esposizioni chimiche comuni possono svolgere un ruolo nello sviluppo dell’obesità, in particolare tra i bambini”.

Uno studio italiano ha associato anche il bisfenolo A alla maggiore incidenza di obesità infantile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *