Il coronavirus sopravvive nell’aria per 3 ore

Esperimenti di laboratorio indicano una sopravvivenza più lunga del previsto

Non pochi minuti, ma anche 3 ore. È il risultato di uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, negli Stati Uniti. I ricercatori hanno spruzzato il virus in aerosol in condizioni di laboratorio, verificandone la sopravvivenza anche per 3 ore.

La carica virale si è dimezzata nel giro di un’ora. Finora però le stime basate su altri virus indicavano la sopravvivenza in qualche minuto al massimo, pertanto il nuovo coronavirus sembra più resistente del previsto.

La distanza di sicurezza di 1,5-2 metri rimane valida perché si tratta di distanze non oltrepassabili da uno starnuto o da un colpo di tosse.

Ma in una stanza in cui resti a lungo una persona infetta, il suo respiro continua a concentrare particelle virali nell’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *