Il dolore cronico può portare al suicidio


Presente in quasi il 10 per cento delle vittime

Varie_3472.jpg

Il dolore cronico riduce significativamente la qualità di vita e, in alcuni casi, può rappresentare uno dei fattori di rischio che spingono le persone al suicidio.
A rivelarlo è un’analisi pubblicata su Annals of Internal Medicine da un team dei Centers for Disease Control and Prevention realizzata sulla base di dati ricavati dal National Violent Death Reporting System, un sistema di segnalazione sulle morti violente attivo negli Stati Uniti.
Stando ai dati, quasi il 9% delle persone morte per suicidio dal 2003 al 2014 aveva all’interno della propria cartella clinica documentazioni relative al dolore cronico.
Su oltre 120mila persone morte per suicidio, quasi 11mila (l’8,8%) avevano mostrato segni della presenza di dolore cronico. Più della metà (53,6%) degli individui morti per suicidio con dolore cronico è deceduta per lesioni correlate alle armi da fuoco e il 16,2% per overdose …  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dolore, suicidio, oppiacei,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *