Il labile confine fra coscienza e incoscienza

Cruciale nel comprendere il mistero dello stato vegetativo

Varie_11504.jpg

C’è un punto preciso del nostro cervello in cui si trova il confine fra coscienza e incoscienza. A individuarlo è una ricerca firmata dal ricercatore italiano Enzo Tagliazucchi dell’Istituto di fisiologia medica di Kiel.

Stando alle conclusioni dello studioso, il confine si trova nell’equilibrio fra le connessioni tra i neuroni. Lo studio, pubblicato sul Journal of the Royal Society Interface, dimostra che la rete neurale agisce in un ristretto spazio fra il caos e l’ordine, e il suo funzionamento potrebbe aiutare i medici a capire come risvegliare i pazienti finiti in coma e dichiarati in stato vegetativo permanente.

I ricercatori del team di Tagliazucchi hanno ricreato delle mappe cerebrali dell’attività dei neuroni in un piccolo gruppo di 12 persone servendosi della risonanza magnetica funzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *