Il neo artificiale che scopre i tumori

Cambia colore quando insorge la malattia

Ingegnoso il sistema di diagnosi precoce inventato da un gruppo di ricercatori del Politecnico federale di Zurigo. Gli scienziati svizzeri hanno creato un neo artificiale formato da cellule geneticamente modificate.

Una volta impiantato sotto la cute, il neo ha la capacità di rilevare eventuali variazioni dei livelli di calcio nel sangue. Il neo si scurisce e segnala la probabile insorgenza di una neoplasia. Finora è stato sperimentato su 4 tipi di cancro: colon, polmone, prostata e mammella.

Lo studio, pubblicato su Science Translational Medicine, apre la strada a un nuovo approccio diagnostico. Si tratta di un incredibile passo in avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.