Il sonno è uno dei primi sintomi di Alzheimer

La malattia aggredisce i neuroni responsabili della veglia

Morbo di Alzheimer_14298.jpg

Una eccessiva sonnolenza diurna può lasciar presagire l’insorgenza del morbo di Alzheimer. A scoprirlo sono alcuni ricercatori della University of California di San Francisco che hanno pubblicato su Alzheimer’s and Dementia gli esiti di uno studio sull’argomento.

Secondo i ricercatori americani, le regioni del cervello deputate al mantenimento della veglia sarebbero fra le prime vittime della neurodegenerazione.

Gli studiosi guidati da Jun Oh hanno misurato i livelli delle proteine tau e dei neuroni in 3 regioni cerebrali coinvolte nella promozione della veglia su 13 pazienti deceduti e 7 soggetti sani.

Rispetto agli organi dei volontari sani, il cervello di quello dei pazienti di Alzheimer mostrava un significativo accumulo di tau nel locus coeruleus o punto blu, l’area ipotalamica laterale e il nucleo tuberomammillare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *