Il tempo corto o lungo del lockdown

Il nostro cervello percepisce in maniera diversa il passare del tempo

Varie_2262.jpg

Per alcuni le giornate di lockdown trascorse dentro casa erano infinite, per altri arrivava subito sera. Pur essendo un fenomeno immutabile, il tempo viene percepito dall’essere umano in maniera differente a seconda del suo stato d’animo.

È noto infatti che il tono dell’umore abbia la facoltà di modificare la percezione del tempo. Diversi studi realizzati su persone depresse o affette da eccitamento maniacale hanno dimostrato la suscettibilità del trascorrere del tempo rispetto al nostro umore.

Una metanalisi pubblicata sul Journal of Affective Disorders mostra che chi è depresso riesce a valutare in maniera corretta la durata di un intervallo di tempo, ma la sua percezione del fluire dello stesso è rallentata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *