Immunoterapia e antirigetto per il cancro del rene


In caso di trapianto riducono il rischio di rigetto ed eliminano il cancro

Un nuovo studio pubblicato su Lancet Oncology dimostra che l’utilizzo dell’immunoterapia insieme ai farmaci antirigetto riduce il rischio di rigetto ed elimina il cancro nei pazienti con cancro del rene sottoposti a trapianto.
«La maggior parte dei pazienti sottoposti a trapianto di rene con cancro interrompe o riduce la terapia immunosoppressiva prima di iniziare il trattamento con un inibitore del checkpoint immunitario, e circa il 40% di questi pazienti svilupperà un rigetto dell’allotrapianto. Non è del tutto chiaro se l’eliminazione dell’immunosoppressione, l’inibizione del checkpoint immunitario o entrambe siano alla base del rigetto d’organo», spiega Robert Carroll del Royal Adelaide Hospital e della University of South Australia, autore principale del lavoro.
Gli scienziati hanno realizzato uno studio multicentrico su 17 persone sottoposte a trapianto di rene dai 18 anni in …  (Continua) leggi la 2° pagina rene, cancro, immunoterapia,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.