In UK più contagi per l’indiana, ma i vaccini funzionano

Il virus riesce a circolare di più ma la doppia dose protegge

Varie_1068.jpg

A tre settimane dal “liberi tutti” promesso dal premier Boris Johnson, in Inghilterra torna la paura. La variante indiana con i suoi tre sottotipi – B.1.617.1, B.1.617.2 e B.1.617.3 – ha consentito al virus di rialzare la testa e riprendere a circolare con un Rt superiore a 1, evento che non si verificava da gennaio nel Regno Unito.

I dati pubblicati da Public Health England evidenziano la presenza di 5.599 casi di variante indiana, dei quali 936 hanno già ricevuto la prima dose di vaccino e 117 anche la seconda dose. Per quanto riguarda i ricoveri, delle 201 persone costrette alle cure ospedaliere, 45 erano vaccinate con prima dose e 5 anche con la seconda.

Apparentemente una cattiva notizia, in realtà è la conferma dell’efficacia dei vaccini. In entrambi i casi – contagi e ricoveri – il dato dei vaccinati con 2 dosi si attesta al 2 per cento circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *