La fibromialgia potrebbe essere una malattia autoimmune

Forse non di natura nervosa l’origine del disturbo

Varie_10482.jpg

Una nuova ricerca propone un’ipotesi originale sui meccanismi di insorgenza della fibromialgia, disturbo che si manifesta con dolore, debolezza muscolare e affaticamento cronico.

La malattia colpisce una persona su 40 nel mondo, nell’80% dei casi donne. Secondo i ricercatori del King’s College di Londra, che hanno pubblicato i dettagli dello studio sul Journal of Clinical Investigation, il disturbo avrebbe un’origine autoimmune.

I ricercatori hanno iniettato nei topolini gli anticorpi raccolti dal sangue dei pazienti; hanno così osservato la manifestazione dei sintomi della fibromialgia: aumentata sensibilità al dolore, spossatezza e riduzione dei movimenti.

I sintomi non sono comparsi quando i ricercatori hanno iniettato anticorpi di persone sane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.