La mammografia a 40 anni riduce la mortalità

Un quarto di decessi in meno anticipando l’esame

Tumore mammario_8590.jpg

Uno studio della Queen Mary University di Londra sostiene che sarebbe una buona idea anticipare la prima mammografia a 40 anni. Ciò ridurrebbe del 25% le morti per cancro rispetto al piano standard di screening che prevede il primo esame a 50 anni.

Lo UK Age Trial è partito nel 1990 e i risultati riguardano donne seguite in media per 23 anni. Il team guidato da Stephen W. Duffy ha analizzato 160mila donne che all’inizio della sperimentazione avevano fra i 39 e i 40 anni. Un terzo (53.883) hanno ricevuto via posta l’invito a sottoporsi alla mammografia, mentre gli altri due terzi costituivano il gruppo di controllo che non si è sottoposto a esami fino ai 50 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.